Palma di Montechiaro

Il palmese Malluzzo eletto rappresentante dei dottorandi del Dipartimento Scienze politiche di Genova

Rappresentante dei dottorandi in seno al Consiglio di Dipartimento del Dipartimento di Scienze Politiche ed Internazionali dell’Università degli Studi di Genova

Pubblicato 1 mese fa

Il Dott. Salvatore Malluzzo, 29 anni anni, di Palma di Montechiaro (AG), laureato in giurisprudenza presso l’Università degli Studi di Palermo, membro della Cattedra di Diritto Canonico ed Ecclesiastico della stessa Università, ex Consigliere Comunale di Palma di Montechiaro, nonché dottorando di ricerca del dottorato di interesse nazionale in Studi Europei, è stato eletto, l’11 aprile scorso, come  consigliere-rappresentante dei dottorandi in seno al Consiglio di Dipartimento del Dipartimento di Scienze Politiche ed Internazionali dell’Università degli Studi di Genova al quale afferisce il Dottorato di ricerca di interesse nazionale in Studi Europei.

Queste le parole, a seguito dell’elezione, del Dott. Salvatore Malluzzo, consigliere di dipartimento: «un grazie sentito lo rivolgo, prima di ogni cosa, a tutte le colleghe e i colleghi dottorandi che hanno voluto riporre fiducia nei miei confronti e che non farò mai venire meno. Mi metterò sin da subito a lavoro: ho già chiamato, piuttosto, la direttrice del Dipartimento, la Ch.ma Prof.ssa Daniela Preda, per un primo confronto in vista, anche, delle prossime riunioni del Consiglio di Dipartimento, ma anche per conoscere meglio il Dipartimento di Scienze Politiche ed Internazionali, la sua strutturazione, nonché l’Ateneo Genovese che ho già, nei mesi scorsi, frequentato. Vorrò essere il rappresentante di tutti, anche di coloro i quali non hanno riposto, per le loro legittime motivazioni, fiducia in me in quanto sento di rappresentare gli interessi di tutte e di tutti i colleghi!» a queste parole ha aggiunto: «il “NOI” è ciò che prevarrà nel mio biennale mandato, così come, lo voglio ribadire, l’interesse di tutte e di tutti i dottorandi nel rispetto delle diverse sensibilità presenti tra i colleghi, nonché idee ed opinioni. A tutte le colleghe e i colleghi, piuttosto, chiederò di supportarmi e di aiutarmi nelle proposte che si dovranno portare avanti, ma, anche, nelle priorità che dovranno essere trattate».

Ad ultimo, sempre il Dott. Salvatore Malluzzo, ha voluto evidenziare che «la ricerca, nella sua accezione più ampia, è il vero “motore” del Paese e chi si impegna, concretamente, nel portarla avanti, come i dottorandi, va tutelato e, sopratutto, valorizzato al massimo e al meglio, in quanto, senza ricerca, non ci potrà mai essere una prospettiva per il domani».

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *