Politica

Infrastrutture, Catanzaro a Confcommercio: “Oltre il ponte anche strade moderne”

Il deputato Pd in vista della visita del ministro Salvini ad Agrigento ha scritto una lettera ai vertici di Confcommercio

Pubblicato 3 settimane fa

L’Onorevole Michele Catanzaro ha inviato una lettera ai vertici regionali e provinciali della Confcommercio in occasione dell’incontro con il Ministro delle Infrastrutture Matteo Salvini in programma oggi pomeriggio ad Agrigento. Nel mostrare compiacimento per l’iniziativa che accende i riflettori su una delle emergenze del territorio, Catanzaro pone in evidenza la necessità di accelerare l’iter per il completamento della Castelvetrano-Gela e l’urgenza di creare le condizioni per uscire dalla marginalità geografica economica e sociale con infrastrutture moderne ed efficienti.

Si allega testo della lettera inviata ai vertici regionali e provinciali della Confcommercio:

“Mi compiaccio per l’iniziativa da Voi organizzata dedicata allo sviluppo delle infrastrutture che si terrà lunedì 22 maggio ad Agrigento con la presenza del Ministro Matteo Salvini.E’ sempre importante tenere accesa l’attenzione sul ruolo rilevante delle infrastrutture nello sviluppo dell’economia, soprattutto in una provincia come la nostra che vive uno stato di evidente marginalità economica e sociale, determinato soprattutto dalla carenza delle vie di comunicazione.Ed è altrettanto importante il ruolo svolto dalla vostra Confederazione, che in Sicilia deve essere incisivo nell’azione di stimolo ad adottare nuove e urgenti politiche per la mobilità in grado di fermare il declino dell’economia dell’Isola.Mi piace ricordare la “battaglia politica” che conduco ormai da anni sulla necessità di completare l’anello autostradale Gela-Castelvetrano e dotare la provincia di Agrigento di un asse viario moderno e funzionale. Si sono fatti passi in avanti, ci sono le idee progettuali, è in atto la fase di dibattito pubblico, il cammino è appena cominciato e ci sono precisi impegni assunti dal precedente governo nazionale che occorre confermare e perseguire.

La politica dei trasporti impatta significativamente su ambiti e beni collettivi quali l’imprenditoria, le finanze pubbliche, la sicurezza, lo sviluppo territoriale, la tutela ambientale, la qualità della vita: per questo la Gela-Castelvetrano è un traguardo di civiltà che occorre conquistare tutti insieme, e con esso lo sviluppo delle infrastrutture delle aree interne, dove la “desertificazione commerciale” è in atto e corre veloce.La Vostra Confederazione sa bene che le infrastrutture di trasporto della Sicilia, ed in particolare quelle della provincia di Agrigento, sono ancora oggi quelle realizzate negli anni ’60. Mi auguro che il focus con il Ministro delle Infrastrutture sia davvero una occasione concreta per rilanciare questi temi e tracciare un percorso quanto mai urgente per lo sviluppo del sistema infrastrutturale del territorio, a cominciare proprio dalla Gela-Castelvetrano, che fino a pochi anni fa aree di governo vicine al Ministro Salvini definivano “visione”, ma oggi realtà grazie alle nostre battaglie politiche, che occorre continuare a sostenere con forza.La provincia di Agrigento si aspetta risposte sul campo che siano rapide e concrete, perché di parole sullo sviluppo infrastrutturale per aiutare l’economia ne sono state dette tante ma senza esito, soprattutto in periodo di campagne elettorali. I cittadini si affidano a noi operatori politici, ma anche ad organizzazioni che rappresentano il mondo delle imprese come la Vostra, affinché convincano chi ha potere di governo che l’Italia ha bisogno della Sicilia e traducano le parole in azioni concrete. Ed è per questo che tutti noi, siciliani e agrigentini, dobbiamo essere uniti e determinati.Spero dunque che in questo passaggio agrigentino ad una settimana dal voto amministrativo del Ministro delle Infrastrutture, ci sia un reale attenzione verso la nostra provincia.”

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *