Lampedusa

Migranti recuperati in aerea Sar Libica: 11 cadaveri a Lampedusa

Ad autorizzare lo sbarco delle salme è stato il ministero dell’Interno

Pubblicato 2 settimane fa

Portati a Lampedusa 11 cadaveri di migranti recuperati in area Sar libica, dalla nave ong Geo Barents di Medici senza frontiere. Ad autorizzare lo sbarco delle salme è stato il ministero dell’Interno. Impegnata una motovedetta della Guardia costiera di Lampedusa per il trasbordo. La nave è troppo grande per ormeggiare al porto della maggiore isola delle Pelagie. Dopo il trasbordo dei cadaveri, la Geo Barents, che ha a bordo 165 persone, proseguirà la navigazione verso il porto di Genova.
Gli 11 cadaveri di migranti erano stati avvistati ieri, dopo un naufragio, dall’aereo Seabird di Seawatch e la nave Geo Barents di Medici senza frontiere, è stata autorizzata al recupero

Non capisco con quale logica sia stato deciso di far sbarcare le salme a Lampedusa, quando sono note a tutto il mondo le condizioni della nostra camera mortuaria e più in generale le condizioni logistiche del mio territorio. Spero che le autorità preposte si ravvedano su questa decisione. Sono stanco e amareggiato dal ricevere continuamente morti. Così come sono stanco di dover ricordare a ogni occasione che noi siamo isola e abbiamo i problemi di una terra di frontiera. Problemi che non riguardano solo le salme, ma più in generale il funzionamento di tutta la macchina amministrativa che ho rappresentato in molteplici occasioni istituzionali.” Lo ha detto il sindaco di Lampedusa e Linosa, Filippo Mannino.

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *