Agrigento

Due agenti penitenziari aggrediti (uno ad Agrigento), Consipe: “arroganza sfocia in aggressione”

La nota di Francesco Davide Scaduto della segreteria nazionale Consipe

Pubblicato 3 settimane fa

Due agenti aggrediti nelle carceri siciliani. Un funzionario di polizia penitenziaria ad Agrigento è stato colpito al volto da un detenuto in alta sicurezza, un altro nel carcere Pagliarelli di Palermo. Lo rende noto Francesco Davide Scaduto della segretaria nazionale Consipe, secondo il quale “ormai la prepotenza e l’arroganza sfocia sempre in un aggressione nei confronti degli appartenenti del Corpo”. “In tutti gli istituti penitenziari della Sicilia il piano ferie è iniziato e la forza organica di tutti i reparti sembra essere sempre più vulnerabile, non solo numericamente ma anche per mancanza di strumenti e deterrenti utili a combattere il fenomeno delle aggressioni. Da Agrigento a Palermo passando per Ragusa e Trapani e in tantissime altre sedi l’unica speranza è che i soggetti di difficile gestione, come anche i detenuti psichiatrici vengano, trasferiti in altri carceri, ma non cambia nulla perché per un detenuto che parte ce ne sono due che arrivano”, conclude Scaduto.

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *