“Minacciò un parente con una pistola”, a processo Gaetano Licata

Redazione

Agrigento

“Minacciò un parente con una pistola”, a processo Gaetano Licata

di Redazione
Pubblicato il Feb 8, 2019
“Minacciò un parente con una pistola”, a processo Gaetano Licata

Gaetano Licata, 34 anni, di Villaseta, dovrà essere processato perchè accusato di avere minacciato un parente con una pistola, parente che sarebbe stato pure picchiato con un colpo di casco alla nuca da un presunto complice dell’uomo, Alessandro Sottile, 27 anni.

Il processo avrà inizio il prossimo 14 marzo dopo due rinvi dovuti a trasferimento e assenza del giudice.

Licata è accusato di minaccia grave, Sottile di lesioni personali aggravate.

Gaetano Licata è stato condannato in passato a 10 mesi di reclusione per associazione mafiosa nell’ambito del coinvolgimento nell’operazione Nuova Cupola con l’accusa di essere un affiliato della cosca di Porto Empedocle.


Dal Web


Copyright © anno 2017 - Edizioni Grandangolo - Via Mazzini, 177 -
Numero telefonico: 351 533 9611- 92100 Agrigento - Codice Issn: 2499-8907 -
Iscrizione R.O.C.: 22361 - Registrazione al Tribunale di Agrigento n. 264/04