Agrigento

Rifiuti tra la via Dante e la bretella Viadotto Akragas: la denuncia del Codacons

Le immagini della discarica a cielo aperto registrate dal Codacons

Pubblicato 2 mesi fa



La città di Agrigento è attualmente alle prese con una crescente emergenza legata alla proliferazione incontrollata di discariche abusive di rifiuti di ogni genere. Questa volta, la triste scena si svolge lungo la bretella di collegamento tra il Viadotto Akragas e la Via Dante, trasformata in una vera e propria discarica a cielo aperto.

Le immagini rilasciate dal responsabile regionale del dipartimento trasparenza enti locali del Codacons, Giuseppe Di Rosa, testimoniano senza ombra di dubbio la gravità della situazione, evidenziando un degrado ambientale inaccettabile che si manifesta sotto gli occhi di tutti.

Ciò che è particolarmente sconcertante è il fatto che questo luogo, oggetto di promesse ripetute da parte delle autorità locali, avrebbe dovuto essere riportato alla sua piena funzionalità già dal febbraio 2023. Tuttavia, come dimostrano le evidenze visive, la realtà è ben diversa: la bretella è diventata una fonte di degrado e insalubrità, con rifiuti sparsi in maniera disordinata e caotica.

“L’amministrazione locale deve affrontare questa situazione con urgenza e determinazione, adottando misure concrete per risolvere l’emergenza e ripristinare la legalità e la salubrità dell’ambiente. È imperativo che vengano attivati interventi di bonifica e pulizia della zona interessata, oltre a un potenziamento dei controlli per prevenire future attività illegali di smaltimento dei rifiuti. Inoltre, è fondamentale che le autorità competenti si impegnino per individuare e perseguire i responsabili di questa vergognosa situazione, assicurando che vengano applicate sanzioni severe a coloro che violano le norme ambientali e mettono a repentaglio la salute e il benessere della comunità. Invitiamo l’amministrazione locale a prendere immediati provvedimenti per porre fine a questa emergenza e a garantire che situazioni simili non si ripetano in futuro. L’ambiente e la salute dei cittadini di Agrigento devono essere una priorità assoluta, e non possono essere compromessi dall’indifferenza o dalla negligenza delle autorità preposte alla tutela del territorio”, si legge nella nota a firma del Codacons.

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *