Giudiziaria

Accoltella moglie e figli a Cianciana, difesa pronta a chiedere perizia psichiatrica per Alba 

La difesa si appresta a chiedere una perizia psichiatrica per accertare l’eventuale capacità di intendere e volere dell’uomo

Pubblicato 2 settimane fa

La difesa di Daniele Alba, il meccanico trentacinquenne di Cianciana che lo scorso 23 maggio ha accoltellato al culmine di una lite moglie e figli, si appresta a chiedere una perizia psichiatrica per accertare l’eventuale capacità di intendere e volere dell’uomo al momento dei fatti.

I legali Maurizio Gaudio e Luca Burgio potrebbero già nelle prossime ore nominare un perito di parte per effettuare gli esami necessari. Negli scorsi giorni i carabinieri del Ris sono tornati sulla scena del triplice tentato omicidio. I militari dell’Arma hanno compiuto accertamenti irripetibili disposti dalla procura di Sciacca che, con il sostituto procuratore Brunell Fava, coordina le indagini.

Alba al momento si trova in carcere con le accuse di triplice tentato omicidio, sequestro di persona, maltrattamenti in famiglia, resistenza a pubblico ufficiale e detenzione di un proiettile. La moglie è stata dimessa dall’ospedale di Ribera e sta bene. In miglioramento anche le condizioni del bambino di 7 anni che ha lasciato la terapia intensiva. La bambina di 3 anni, invece, è stata sottoposto ad un delicato intervento e un altro è in programma nelle prossime settimane. 

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *