Palermo

Candidata si sente male, Tar la riammette con riserva al concorso

La selezione riguardava il reclutamento di 413 funzionari della professionalita' di servizio sociale da assegnare al Dipartimento per la giustizia minorile e di comunita'

Pubblicato 3 settimane fa

Il presidente del Tar del Lazio ha accolto in via di urgenza il ricorso di una candidata siciliana che stava partecipando a un concorso Ripam, per la riqualificazione nella pubblica amministrazione, e che era stata esclusa dalla selezione perche’ aveva accusato un malore. La decisione ha valore ai fini cautelari: la donna, originaria di San Giuseppe Jato e’ stata ammessa a sostenere con riserva la prova orale, in accoglimento delle tesi degli avvocati Girolamo Rubino e Massimiliano Valenza.

La selezione riguardava il reclutamento di 413 funzionari della professionalita’ di servizio sociale da assegnare al Dipartimento per la giustizia minorile e di comunita’. La candidata siciliana avrebbe dovuto partecipare alla prova orale il 14 maggio scorso, ma aveva avuto un grave malore che – cosa di cui era consapevole – la avrebbe costretta a non presentarsi: aveva cosi’ chiesto di differire l’esame all’ultimo giorno utile per le prove orali degli altri candidati, il 19 giugno.

La commissione aveva pero’ opposto le disposizioni del bando secondo cui “l’assenza dalla sede di svolgimento della prova nella data e nell’ora stabilita, per qualsiasi causa, ancorche’ dovuta a forza maggiore, comporta l’esclusione dal concorso”. I difensori avevano pero’ obiettato che l’evento non era prevedibile, che il differimento non comportava alcunche’ in termini pratici, ne’ era di intralcio ai lavori della commissione: da qui il ricorso di urgenza, accolto dal presidente del Tar con riserva.

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *