Connect with us
Agrigento

Ad Agrigento un convegno  per  i diritti di tutte le donne del mondo

Secondo Paolo Cilona sostenere il diritto alla libertà nei paesi opèpressi è un dovere di tutti i progressisti e democratici del mondo.

Pubblicato 1 mese fa

Un folto e interessato pubblico ha partecipato al convegno “Per le donne con le donne” promosso dall’Associazione “Italia si desti” di Sabrina Turano nella Biblioteca “La Rocca” di Agrigento.

Al dibattito hanno partecipato psicologi, studiosi di storia siciliana, rappresentanti dell’associazione Volontari di strada, delle Pari opportunità del Psi, della direzione regionale Fratelli d’Italia, insieme al sindaco di Agrigento Franco Miccichè e l’assessore per le politiche giovanili, Costantino Ciulla.  Il dibattito molto accurato è sfociato poi in una determinazione finale che  ha contribuito a dare all’evento uno spessore del tutto inedito per la nostra città e molto attuale per i destini delle donne nel mondo soprattutto asiatico.

Infatti a  conclusione del convegno è stato approvato, su suggerimento del prof. Paolo Cilona, un ordine del giorno in difesa delle donne afghane che al grido di “Pane, lavoro, libertà” protestano contro l’imposizione del burqa e per l’esclusione dalle università.

Un provvedimento che riporta indietro la storia del paese, in quanto i talebani vogliono le donne sottomesse, chiuse in casa e coperte dal burqa. Inoltre, il documento approvato si sofferma sulla violenza compiuta dal regime iraniano contro le donne e i giovani che subiscono torture, impiccagioni, violenze sessuali.

Si tratta di una gravità enorme contro il popolo iraniano da parte di un regime teocratico che continua ad uccidere i propri figli.

Secondo Paolo Cilona sostenere il diritto alla libertà nei due paesi è un dovere di tutti i progressisti e democratici del mondo.

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

05:13
20:14 - Scontro tra auto e moto, morto centauro finito nella scarpata +++19:41 - Mafia, morto ex pentito Francesco Geraci: amico d’infanzia del boss Messina Denaro +++19:34 - Camastra, al via lavori di sistemazione del sito la Reggia di Cocalo +++18:57 - Calcio a 5, il Canicattì pareggia con Acireale +++18:05 - Scivola sugli scogli: morto pensionato +++17:10 - Eccellenza, l’Akragas cade a Marineo: l’Enna allunga in classifica  +++16:24 - Sambuca di Sicilia, rubati due motocicli e pezzi di ricambio da officina: caccia ai ladri +++16:15 - Accusato di violenza sessuale: arrestato e portato in carcere +++15:54 - Lampedusa e Linosa, il vicesindaco Lucia: “messi da parte come cittadini di serie B” +++15:40 - Basket, impresa della Fortitudo: battuta la capolista Cantù +++
20:14 - Scontro tra auto e moto, morto centauro finito nella scarpata +++19:41 - Mafia, morto ex pentito Francesco Geraci: amico d’infanzia del boss Messina Denaro +++19:34 - Camastra, al via lavori di sistemazione del sito la Reggia di Cocalo +++18:57 - Calcio a 5, il Canicattì pareggia con Acireale +++18:05 - Scivola sugli scogli: morto pensionato +++17:10 - Eccellenza, l’Akragas cade a Marineo: l’Enna allunga in classifica  +++16:24 - Sambuca di Sicilia, rubati due motocicli e pezzi di ricambio da officina: caccia ai ladri +++16:15 - Accusato di violenza sessuale: arrestato e portato in carcere +++15:54 - Lampedusa e Linosa, il vicesindaco Lucia: “messi da parte come cittadini di serie B” +++15:40 - Basket, impresa della Fortitudo: battuta la capolista Cantù +++