Connect with us
Agrigento

Akragas, Deni tuona ancora contro il Comune

L'ex presidente dell'Akragas, Giuseppe Deni, torna a parlare alla stampa

Pubblicato 1 mese fa

L’ex presidente dell’Akragas, Giuseppe Deni, torna a parlare alla stampa e lo fa puntando (ancora una volta) il dito contro il sindaco, l’onorevole Roberto Di Mauro e l’assessore allo sport, Costantino Ciulla.

“Parlo oggi e non parlo più” ha detto ai giornalisti presenti in sala stampa prima di ribadire le proprie rimostranze contro gli esponenti politici – che finora non hanno replicato alle denunce di Deni – che avrebbero dimostrato di avere scarsi interessi nei confronti del progetto societario.

Alla base del contendere c’è sempre la mancata concessione della gestione dello stadio Esseneto, un cruccio che spinge Deni a lanciare una sfida: “Sono consapevole di essere in grado di mettere insieme delle forze economiche per avere un’alternativa allo stadio Esseneto – ha detto Deni -. Mi risulta che il sindaco si sia interessato per trovare degli acquirenti per l’Akragas. La società non è in vendita e rimarrà di proprietà nel nostro gruppo per raggiungere gli obiettivi che ci siamo posti. Vogliamo essere vicini alla squadra, ai tifosi e alla società e porteremo avanti il nostro progetto. All’inizio dell’anno delibereremo un aumento di capitale da 80mila a 300mila euro creando le condizioni che permettano di veleggiare senza problemi. Sono fiducioso che ci sia da parte dei miei interlocutori istituzionali, che ci sia un atto di sensibilità nei confronti dell’Akragas. Solo allora tornerò ad essere il presidente” ha concluso.

Una parentesi è stata dedicata alla sessione di mercato invernale già in fermento: “Ho detto al direttore sportivo Russello di operare sul mercato qualora se ne ravvisi la necessità. Nessuno, però, andrà via da questa squadra, ho voluto che chi ha iniziato con noi, prosegua fino al termine”.

Nessuna partenza, dunque, anche se non si esclude qualche innesto: “Opereremo solo se il giocatore ci permetterà di alzare ancora l’asticella – ha detto il direttore sportivo Russello – diversamente manterremo il gruppo che è molto coeso. Il vero acquisto potrebbe essere il ritorno di Caccetta che ormai è sulla strada del recupero” ha concluso Russello.

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

16:45
17:40 - Schianto in via Regione Siciliana, muore autista di furgone  +++16:59 - Al professor Francesco Pira il Premio UCSI 22/23 +++15:45 - Agrigento, picchiato dal branco per un commento sui social: 14enne in ospedale  +++15:01 - Fugge a Parigi dopo rapina a mano armata: arrestato +++14:56 - All’Ecua si presenta il libro “Uno scoglio chiamato Lampedusa” di Daneluzzi e Fattori +++14:44 - Dalla Regione quasi 8 milioni per disabili gravi senza famiglia +++13:52 - Lampedusa, vigile del fuoco stroncato da malore sul lavoro: cordoglio dei colleghi  +++13:35 - Manutenzione immobili scolastici del Libero consorzio, approvato il bando di gara +++13:30 - Cercano di passare droga a detenuti, un arresto e una denuncia +++12:03 - Nascondeva 21 flaconi di metadone in casa, arrestato +++
17:40 - Schianto in via Regione Siciliana, muore autista di furgone  +++16:59 - Al professor Francesco Pira il Premio UCSI 22/23 +++15:45 - Agrigento, picchiato dal branco per un commento sui social: 14enne in ospedale  +++15:01 - Fugge a Parigi dopo rapina a mano armata: arrestato +++14:56 - All’Ecua si presenta il libro “Uno scoglio chiamato Lampedusa” di Daneluzzi e Fattori +++14:44 - Dalla Regione quasi 8 milioni per disabili gravi senza famiglia +++13:52 - Lampedusa, vigile del fuoco stroncato da malore sul lavoro: cordoglio dei colleghi  +++13:35 - Manutenzione immobili scolastici del Libero consorzio, approvato il bando di gara +++13:30 - Cercano di passare droga a detenuti, un arresto e una denuncia +++12:03 - Nascondeva 21 flaconi di metadone in casa, arrestato +++