Si appropriò della fontana di proprietà del Comune: condannato a 3 anni di reclusione

Redazione

Agrigento

Si appropriò della fontana di proprietà del Comune: condannato a 3 anni di reclusione

di Redazione
Pubblicato il Giu 13, 2019
Si appropriò della fontana di proprietà del Comune: condannato a 3 anni di reclusione

Condannato a tre anni di reclusione per impossessamento illecito di beni appartenenti allo Stato. La sentenza del processo, con il rito abbreviato, è stata pronunciata dal giudice del tribunale di Sciacca Alberto Davico. A coordinare il fascicolo su Angelo Liseo Gaetani, di 55 anni, il Pm della Procura di Sciacca Carlo Boraga. Lo riporta oggi il Giornale di Sicilia.

L’uomo era stato accusato di ricettazione perchè trovato in possesso di una fontana in pietra sottratta al Comune di Santo Stefano di Quisquina. Il reato è stato riqualificato in impossessamento illecito di beni appartenenti allo Stato. Quella che sarebbe stata nella disponibilità dell’imputato non era la fontana comunale a forma di conchiglia ma un’altra sempre di proprietà statale.

A carico dell’imputato anche l’accusa di riciclaggio per la contraffazione dei documenti di due mezzi, un Iveco Daily e una Toyota Rav 4. La vicenda per la quale si è celebrato il processo al Tribunale di Sciacca si riferisce al 2015.


Dal Web


Copyright © anno 2017 - Edizioni Grandangolo - Via Mazzini, 177 -
Numero telefonico: 351 533 9611- 92100 Agrigento - Codice Issn: 2499-8907 -
Iscrizione R.O.C.: 22361 - Registrazione al Tribunale di Agrigento n. 264/04