Apertura

Cianciana, il bambino accoltellato lascia terapia intensiva e riabbraccia la mamma 

La sorellina di 3 anni, sempre sotto osservazione, subirà nei prossimi giorni un altro intervento chirurgico

Pubblicato 2 settimane fa

Arrivano buone notizie da Palermo dove il bambino di 7 anni accoltellato a Cianciana lo scorso 23 maggio dal padre ha lasciato la terapia intensiva. Il bimbo nella giornata di ieri è stato trasferito dal reparto di cardiochirurgia pediatrica dell’ospedale Civico di Palermo all’ospedale Di Cristina dove affronterà la degenza. Le condizioni sono in miglioramento ed è stata anche l’occasione buona per riabbracciare la mamma, Aneta. La donna, anche lei accoltellata più volte dal marito, è stata dimessa dall’ospedale di Ribera e ha raggiunto il figlio a Palermo.

Un momento di gioia condiviso anche con le due nonne. Stabili, ma sempre sotto osservazione, le condizioni della sorellina di 3 anni. La piccola nei prossimi giorni sarà sottoposta ad un altro intervento chirurgico. I fatti sono ormai noti. Lo scorso 23 maggio il meccanico Daniele Alba, al culmine di una lite con la moglie, ha accoltellato prima la donna e poi i figli in un alloggio popolare in piazza Bellini, a Cianciana. L’uomo si è poi barricato per quasi cinque ore in casa prima di arrendersi ai carabinieri. Negli scorsi giorni si è tenuto l’interrogatorio di garanzia. L’indagato si è avvalso della facoltà di non rispondere e il gip ha convalidato il provvedimento disponendo nei suoi confronti la custodia cautelare in carcere. L’uomo è accusato di triplice tentato omicidio, sequestro di persona, maltrattamenti in famiglia e resistenza a pubblico ufficiale. 

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *