Apertura

Valutazione danni all’ospedale di Ribera, sopralluogo del dirigente Capodieci

Dopo l'incendio il reparto di medicina al momento è chiuso poichè posto sotto sequestro dall'Autorità giudiziaria

Pubblicato 1 settimana fa



Vertice di autorità sanitarie ed amministrative questa mattina all’ospedale “Fratelli Parlapiano” per fare il punto della situazione del reparto di medicina, chiuso dopo l’incendio che ha causato la morte di un paziente. Sono stati presenti all’incontro il commissario dell’Asp di Agrigento Giuseppe Capodieci, i deputati Margherita La Rocca Ruvolo e Carmelo Pace, il sindaco di Ribera Matteo Ruvolo, i sanitari, i dirigenti del nosocomio riberese e alcuni sindaci dei comuni del distretto sanitario.

L’area è stata sottoposta a sequestro da parte dell’autorità giudiziaria per permettere ai vigili del fuoco di effettuare le dovute verifiche. C’è da capire se la sala di degenza, dove si è verificato l’incendio, potrà essere riaperta subito, assieme al resto del reparto i cui i pazienti sono stati trasferiti in altra ala dell’ospedale. Ci sarà da verificare se il solaio del primo piano, sopra gli uffici amministrativi del pianterreno, non abbiano subito danni a causa della notevole quantità d’acqua che i vigili del fuoco di Sciacca hanno riversato dentro per spegnere le fiamme. Al secondo piano i locali polimbulatoriali restano agibili ed aperti.

 La visita del  manager dell’Asp è stata l’occasione per fare il punto sulla sanità nel territorio, sul futuro degli ospedali di Ribera e Sciacca anche in vista del prossimo piano di riorganizzazione della rete ospedaliera in Sicilia.

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *