Agrigento, precari del Comune: “scintille” tra deputato Sodano e assessore Battaglia

Redazione

Agrigento

Agrigento, precari del Comune: “scintille” tra deputato Sodano e assessore Battaglia

di Redazione
Pubblicato il Giu 11, 2019
Agrigento, precari del Comune: “scintille” tra deputato Sodano e assessore Battaglia

Botta e risposta tra il deputato del Movimento Cinque Stelle Michele Sodano e l’assessore del Comune di Agrigento Gabriella Battalglia sul tema della stabilizzazione dei precari dell’Ente.

Questa mattina il deputato pentastellato aveva rilasciato queste dichiarazioni sul tema: “Sono vicino ai 190 lavoratori a contratto del Comune di Agrigento che, proprio nel momento in cui avrebbero dovuto essere stabilizzati, ricevono invece una riduzione delle ore lavorative e vedono sfumare la possibilità di essere assunti a tempo indeterminato. Dopo decenni di lavoro al Comune le risposte della giunta attuale sono una busta paga più bassa e ancora incertezza lavorativa”. “All’amministrazione attuale manca il concetto di dignità del lavoro e dei lavoratori come priorità e condizione essenziale di una società sana. Anche le norme regionali di oggi facilitano la stabilizzazione dei precari, permettendo ai sindaci, di impiegare il 100% delle risorse finanziarie disponibili per trasformare i contratti da tempo determinato a tempo indeterminato. Ma nel frattempo, continua Sodano, al Comune di Agrigento, che oggi più di ieri versa in gravi difficoltà economiche, le indennità del Sindaco Firetto e degli Assessori sono state portate al massimo fin dall’inizio del mandato e continuano a essere ricevute mese dopo mese, mentre i più deboli vengono abbandonati. C’è un problema non minore anche per tutti i cittadini di Agrigento, già non fortunati quando si parla dei tempi di erogazione dei servizi comunali, che potrebbero contare su ancora meno personale per finalizzare le proprie operazioni al comune.In questo momento mi trovo a Roma per l’esame del Decreto Crescita, conclude il pentastellato, ma sono a disposizione di tutti e 190 i lavoratori precari del Comune per supportarli e sostenerli in questa battaglia di civiltà. Giusto essersi riuniti in in assemblea permanete nella sede consiliare di Agrigento”.

Non si è lasciata attendere la risposta dell’assessore Gabriella Battaglia che ha replicato: “Che ne sa di dignità del lavoro il deputato Michele Sodano? Vorrebbe spiegarlo alla città come impiega il suo tempo, le sue energie, qual è la sua profonda esperienza professionale e umana? Vorrebbe spiegarlo ai lavoratori precari? Oppure a tutti coloro, aziende comprese, che condividono ogni giorno con l’Amministrazione il tentativo maldestro di questo Governo nazionale di piegare a logiche assurde e predatorie l’intera Sicilia e in particolar modo i Comuni? Agrigento tutta le chiede di fare ciò per cui è stato chiamato e per cui siede in Parlamento! Invece, da quando è stato eletto, gli agrigentini assistono solo alla sua attività di propaganda. Questo stride col suo ruolo di deputato di un partito di Governo. Faccia il suo lavoro, dunque, anziché attaccare chi lavora! Provi anche lei ad assumere la responsabilità di atti e decisioni, come facciamo noi ogni giorno, sacrificando il nostro tempo, le nostre energie, e perfino i nostri impegni familiari, perché, veda, se siamo madri, padri, professionisti, noi invece di pensare a mettere a valore la nostra immagine, invece di accumulare cifre da capogiro, come fa lei col suo staff, concentriamo tutto sul nostro mandato e lavoriamo per la città. Ci sarebbe piaciuto lavorare con le risorse adeguate per realizzare tutto ciò che la Città merita, tutto ciò che i lavoratori meritano, anziché rincorrere gli equilibri di bilancio, come fanno i Comuni di tutta Italia.  Cominci a lavorare: si faccia portavoce, sul serio questa volta, delle istanze del territorio, si occupi di rimediare al maldestro scippo – mascherato da rimodulazione della convenzione – dei 16 milioni di finanziamento per il progetto Girgenti: milioni di euro che stanno servendo a pagare iniziative di propaganda invece di creare condizioni di sviluppo e di lavoro per imprese e cittadini. Lavori per aumentare i trasferimenti ai Comuni, ridotti, come ammettono ormai anche i vostri alleati di Governo, alla canna del gas e totalmente abbandonati al loro destino, a dispetto della nostra Costituzione. Si preoccupi quando furtivamente viene fatto sparire l’emedamento al decreto sblocca-cantieri per la SS 640 e la SS 189, lasciando Agrigento dal punto di vista infrastrutturale nella totale emarginazione per chissà quanto altro tempo. Cominci col lavorare per destinare finalmente al Comune di Agrigento anche i fondi che abbiamo anticipato per i minori stranieri non accompagnati, soldi dei quali non sappiamo più nulla. Agitare le acque e confondere le idee, fomentare odio e disprezzo approfittando dell’aria di incertezza che affligge tutti è facile, cominci a lavorare sul serio e perda meno tempo in sciocchezze e videomessaggi, perché alla lunga, ci creda sinceramente, non le producono alcun vantaggio!”



Dal Web


Copyright © anno 2017 - Edizioni Grandangolo - Via Mazzini, 177 -
Numero telefonico: 351 533 9611- 92100 Agrigento - Codice Issn: 2499-8907 -
Iscrizione R.O.C.: 22361 - Registrazione al Tribunale di Agrigento n. 264/04