Migranti, sospeso processo Salvini-Rackete: atti a Senato

Redazione

| Pubblicato il giovedì 23 Giugno 2022

Migranti, sospeso processo Salvini-Rackete: atti a Senato

di Redazione
Pubblicato il Giu 23, 2022

 Il processo al leader della Lega Matteo Salvini, imputato per diffamazione aggravata nei confronti dell’attivista tedesca Carola Rackete, e’ stato sospeso. Lo ha deciso il giudice della quarta sezione penale del tribunale di Milano, stabilendo che gli atti dovranno essere valutati da una commissione del Senato, come era stato richiesto dall’avvocato Claudia Eccher che difende il leader leghista.
Al centro del processo, infatti, vi sono una serie di appellativi che Salvini ha usato sui propri profili Twitter e Facebook per definire l’ex comandante di Sea Watch 3 nell’estate del 2019, tra cui”sbruffoncella”, “criminale”, “ricca e viziata comunista”. Secondo la difesa, infatti, tali affermazioni sarebbero state legate alla sfera politica.

Le dichiarazioni di Salvini

“A sinistra non ho tanti amici”. Lo ha detto il leader della Lega, Matteo Salvini, commentando su telelombardia la sospensione del processo che lo vede imputato contro Carola Rackete, “perche’ bisogna chiedere autorizzazione a procedere al senato”? “Carola Rackete ha rischiato di ammazzare dei militari italiani per scaricare degli immigrati nel porto. Risultato, non va a processo lei, perche’ ha fatto un’opera di salvezza, ma vado a processo io perche’ l’ho criticata”, ha ricordato Salvini.

Le dichiarazioni del legale di Rackete

Il legale di Carola Rackete ha espresso “un forte dissenso” nei confronti della decisione del giudice di sospendere il processo a carico del leader della Lega Matteo Salvini e di inviare gli atti al Senato. “Quelle dichiarazioni non erano in alcun modo relazionate alla sua attivita’ parlamentare: o diciamo che il parlamentare trascina con se’ in ogni momento della vita quotidiana questa veste oppure e’ un provvedimento eccentrico. Quelle dichiarazioni venivano fatte in contesti che non erano quelli parlamentari” ha ribadito l’avvocato Alessandro Gamberini. Secondo la difesa di Salvini rappresentata dall’avvocato Claudia Eccher, quello di oggi e’ un “esito positivo” perche’ “il giudice ha valutato le questioni sollevate: Salvini appartiene e apparteneva al Senato della Repubblica, quindi questa decisione e’ perfettamente in linea con il dettato normativo”.

di Redazione
Pubblicato il Giu 23, 2022


Copyright © anno 2020 - Edizioni Grandangolo - Via Mazzini, 187 - 92100 Agrigento;
Numero di telefono 0922822788 - Cell 351 533 9611 - 92100 Agrigento - Codice Issn: 2499-8907 -
Iscrizione R.O.C.: 22361 - Registrazione al Tribunale di Agrigento n. 264/04

Change privacy settings

Realizzazione sito web Digitrend Srl