Connect with us
Mafia

Mafia, il boss Francesco Mulè torna in libertà per un vizio di forma 

È tornato libero per un vizio formale e per un difetto di motivazione

Pubblicato 2 settimane fa

Francesco Mulè, 76 anni, arrestato a metà dicembre nel blitz contro il mandamento Porta Nuova dei carabinieri è tornato libero per un vizio formale e per un difetto di motivazione. Lo ha deciso il tribunale delle riesame accogliendo il ricorso degli avvocati Giovanni Castronovo, Marco e Valentina Clementi.

“Il collegio ritiene che il provvedimento impugnato difetti dell’autonoma valutazione delle esigenze cautelari di eccezionale rilevanza riguardo all’applicazione della misura cautelare in carcere nei confronti di un soggetto ultrasettantenne – scrivono i giudici – Il Gip si è limitato a valutare genericamente per tutti gli indagati quale unica misura in grado di contenerli quella della custodia cautelare in carcere in ragione della qualità soggettiva degli indagati e della natura di delitti e contestazioni senza tuttavia fornire alcuna motivazione personalizzata in merito alla condizione anagrafica di Mulè e senza precisare in forza di quali elementi risultasse necessaria l’applicazione della misura di massimo rigore”.

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

11:42
12:03 - Nascondeva 21 flaconi di metadone in casa, arrestato +++11:59 - Trovati due ordigni bellici in Sicilia, artificieri al lavoro +++10:45 - Rapina a Palma di Montechiaro, arrestato 28enne: obbligo di dimora per il complice +++09:49 - Ponti malati tra Agrigento e Raffadali, la denuncia di Mareamico +++09:36 - Assemblea ANCI, il sindaco Provvidenza eletto nel Consiglio Regionale +++09:20 - Racalmuto, due nuovi assessori nella giunta Maniglia +++09:03 - Completati i lavori di manutenzione stradale della “Grotte – Firrio Cantarella” +++08:51 - Soldi spariti dalle carte di credito, altre due frodi online nell’agrigentino  +++08:46 - Favara, sorpreso con 15 grammi di cocaina: condannato  +++08:40 - Canicattì, calci all’auto della polizia per far evadere il marito: due indagati  +++
12:03 - Nascondeva 21 flaconi di metadone in casa, arrestato +++11:59 - Trovati due ordigni bellici in Sicilia, artificieri al lavoro +++10:45 - Rapina a Palma di Montechiaro, arrestato 28enne: obbligo di dimora per il complice +++09:49 - Ponti malati tra Agrigento e Raffadali, la denuncia di Mareamico +++09:36 - Assemblea ANCI, il sindaco Provvidenza eletto nel Consiglio Regionale +++09:20 - Racalmuto, due nuovi assessori nella giunta Maniglia +++09:03 - Completati i lavori di manutenzione stradale della “Grotte – Firrio Cantarella” +++08:51 - Soldi spariti dalle carte di credito, altre due frodi online nell’agrigentino  +++08:46 - Favara, sorpreso con 15 grammi di cocaina: condannato  +++08:40 - Canicattì, calci all’auto della polizia per far evadere il marito: due indagati  +++