Occupano abusivamente terreno confiscato alla mafia: denunciati padre e figlio

Redazione

Occupano abusivamente terreno confiscato alla mafia: denunciati padre e figlio
| Pubblicato il venerdì 06 Novembre 2020

Occupano abusivamente terreno confiscato alla mafia: denunciati padre e figlio

di Redazione
Pubblicato il Nov 6, 2020

Pascolavano indisturbati un intero gregge di pecore sui terreni confiscati alla mafia in contrada Gibbesi e gestiti dalla Cooperativa agricola “Le Terre di Rosario Livatino”. I carabinieri della Compagnia di Licata, agli ordini del capitano Francesco Lucarelli, hanno denunciato padre e figlio residenti a Ravanusa e Campobello di Licata  – G.F. e A.F., 51 e 28 anni – per invasione di terreni o edifici e di furto in concorso aggravato di energia elettrica.

Secondo quanto ricostruito dai Militari, che hanno lavorato insieme con il personale dell’azienda sanitaria provinciale e con i colleghi del centro anticrimine e natura – i due pastori avrebbero occupato abusivamente il terreno confiscato alla mafia utilizzandolo come deposito di mezzi agricoli ma anche per pascolare un intero gregge. Nel corso dei controlli i carabinieri hanno anche accertato che i due pastori avevano effettuato un allaccio abusivo alla rete elettrica per alimentare i locali adibiti ad ovile. L’intero gregge è stato posto sotto sequestro – circa 1200 ovini.

di Redazione
Pubblicato il Nov 6, 2020


Copyright © anno 2020 - Edizioni Grandangolo - Via Mazzini, 187 - 92100 Agrigento;
Numero di telefono 0922822788 - Cell 351 533 9611 - 92100 Agrigento - Codice Issn: 2499-8907 -
Iscrizione R.O.C.: 22361 - Registrazione al Tribunale di Agrigento n. 264/04

Change privacy settings