Politica

Casteltermini, il comune esce ufficialmente dal dissesto finanziario

La nota del primo cittadino Gioacchino Nicastro

Pubblicato 3 settimane fa

Si è concluso finalmente il lungo iter che ha seguito la dichiarazione del dissesto finanziario del Comune di Casteltermini cominciata nel lontano 2014, anno in cui l’Amministrazione Sapia aveva cercato di ricorrere al piano di riequilibrio pluriennale, ma l’Ente si era trovato nelle condizioni di non poter rispettare i tempi di presentazione previsti dalla normativa. A ciò si era aggiunta anche l’impossibilità di chiudere i bilanci di previsione 2015 e 2016. La mancata approvazione del bilancio consuntivo 2015 e il ritardo per il previsionale dell’anno 2016 aveva portato all’Ente conseguenze inevitabili dal punto di vista gestionale e finanziario. Da qui l’amara decisione di dichiarare il dissesto finanziario.

“Oggi si chiude il periodo storico piu difficile per la reputazione di questo Comune, un periodo in cui, per sanare i debiti pregressi, sono state applicate politiche rigorose di risparmio, con aggravio, nostro malgrado, anche delle tasse cittadine”, dichiara il sindaco Gioacchino Nicastro. “Dal giugno 2017, anno della mia prima sindacatura, ivi comprese le vicissitudini che ne sono seguite, sino alla mia nuova elezione a sindaco di Casteltermini nell’ottobre 2020, abbiamo lavorato ininterrottamente ed incessantemente per la fuoriuscita dal dissesto finanziario del nostro Comune. Siamo spesso stati oggetti di attacchi politici e non, ma il raggiungimento di questo obiettivo ci ripaga di tutte le energie spese e di tutte le risposte non date a chi ha continuamente cercato di screditare l’operato di questa Amministrazione. Il buon cavallo si vede a lunga corsa e, da amanti dei cavalli, continua il primo cittadino, e i castelterminesi sanno benissimo cosa voglia far intendere loro. A piccoli passi, con tenacia ed abnegazione, preposti all’ufficio di supporto, siamo arrivati alla sospirata meta. La strada è ancora tutta in salita, ma dopo dieci anni possiamo dire che il Comune ha le carte in regola per poter svolgere la sua attività amministrativa e contabile, senza avere la spada di Damocle sulla testa. Il Comune esce ufficialmente dal dissesto finanziario, lo certifica l’ultima deliberazione della commissione straordinaria di liquidazione che ha approvato il rendiconto della liquidazione e dichiarato, sostanzialmente, il ritorno alla completa normalità della gestione finanziaria.”

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *