Donna morta dopo intervento: una condanna e un’assoluzione

Redazione

Naro

Donna morta dopo intervento: una condanna e un’assoluzione

di Redazione
Pubblicato il Lug 2, 2019
Donna morta dopo intervento: una condanna e un’assoluzione

Una condanna e un’assoluzione nell’ambito del processo con rito abbreviato a carico di due medici accusati di omicidio colposo per la morte della 74enne Grazia Tedesco.

Il gup del Tribunale di Agrigento Luisa Turco ha condannato Salvatore Bona, medico di base di 67 anni di Naro, alla pena di 3 mesi e 20 giorni di reclusione. Assolto un secondo medico, Biagio Di Stefano, catanese, chirurgo vascolare.

Il pm Chiara Bisso aveva chiesto la condanna ad 1 anno e 4 mesi per il primo mentre l’assoluzione per il secondo. Entrambi i medici sono assistiti dall’avvocato Angela Porcello.

La vicenda per la quale è arrivata la condanna riguarda una paziente morta dopo un intervento in ambulatorio in quanto, secondo l’accusa, il suo medico di base “sebbene protamente avvisato dei sintomi”, avrebbe sottovalutato le possibili conseguenze dell’intervento.


Dal Web


Copyright © anno 2017 - Edizioni Grandangolo - Via Mazzini, 177 -
Numero telefonico: 351 533 9611- 92100 Agrigento - Codice Issn: 2499-8907 -
Iscrizione R.O.C.: 22361 - Registrazione al Tribunale di Agrigento n. 264/04