Giudiziaria

Frode in commercio, assolto imprenditore agrigentino 

L’uomo era finito a processo con l’accusa di aver venduto quasi 500 chili di lumache di provenienza estera e non tracciate spacciandole per locali e allevate nell’agrigentino

Pubblicato 2 settimane fa

Il giudice monocratico del tribunale di Sciacca, Dario Hamel, ha assolto perchè il fatto non sussiste l’imprenditore Ciro Miceli, 45 anni di Burgio, dall’accusa di frode in commercio. La vicenda risale al 2019. L’imprenditore era finito a processo in seguito ad un controllo dei carabinieri del Nas.

L’uomo era finito a processo con l’accusa di aver venduto quasi 500 chili di lumache di provenienza estera e non tracciate spacciandole per locali e allevate nell’agrigentino. Anche il pm, al termine della requisitoria, aveva chiesto l’assoluzione dell’imputato. Il 45enne è difeso dagli avvocati Giovanni e Sergio Vaccaro. 

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *