Montevago

Furto di cavi elettrici e macchinari alla Diga Arancio, danno da 30 mila euro; Aica: “azioni che si ripercuotono sulla popolazione”

Sospesa fornitura idrica nel comune di Sambuca di Sicilia e possibile riduzione fornitura a Montevago

Pubblicato 3 settimane fa

Furto di cavi elettrici e macchinari presso la Diga Arancio. Ignoti malviventi la notte scorsa si sono intrufolati all’interno dell’impianto di sollevamento idrico ai pozzi San Giovanni in territorio di Sambuca di Sicilia, causandone lo spegnimento. Lanciato l’allarme sul posto i Carabinieri che hanno avviato le indagini per risalire ai responsabili. Secondo una prima stima il danno ammonta a 30 mila euro.

Di conseguenza, questa mattina, come comunica Aica, è stata sospesa la distribuzione idrica prevista nel comune di Sambuca di Sicilia. Inoltre, il comune di Montevago potrebbe subire una riduzione di fornitura in relazione alla interconnessione tra gli acquedotti gestiti da A.I.C.A. e dalla società di sovrambito, Siciliacque S.p.A..

“E’ di tutta evidenza la gravità di azioni del genere che, oltre al danno economico, producono conseguenze che si ripercuotono sulla vita quotidiana della popolazione che è costretta così a subire i disagi di una mancata erogazione idrica, proprio in concomitanza con l’emergenza che sta colpendo l’intero territorio e che ha portato alla dichiarazione di stato di calamità del Presidente del Consiglio dei Ministri”; si legge nella nota di Aica, che sta ponendo in essere tutti gli interventi necessari per il ripristino della normale funzionalità dell’impianto di sollevamento, a conclusione dei quali sarà ripristinata la distribuzione idrica nei comuni serviti, che per normalizzarsi avrà bisogno dei necessari tempi tecnici.

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *