Siculiana, imprenditore accusato di estorsione, due testi lo scagionano

Redazione

PRIMO PIANO

Siculiana, imprenditore accusato di estorsione, due testi lo scagionano

di Redazione
Pubblicato il Mar 12, 2019
Siculiana, imprenditore accusato di estorsione, due testi lo scagionano

Nuova udienza del processo a carico dell’imprenditore di Siculiana Antonino Gagliano, 50 anni, accusato di estorsione aggravato dal metodo mafioso. In particolare, secondo l’accusa, Gagliano si sarebbe reso protagonista di due tentativi di estorsione: il primo riguardante delle forniture di calcestruzzo per delle opere di sbancamento; la seconda, nel maggio 2012, per la realizzazione di alcuni alloggi a Porto Empedocle. 

In aula sono comparsi, chiamati dalla difesa rappresentata dall’avvocato Calogero Meli, due testi, un operaio e un geometra, che hanno di raccontato come non esistesse una “gonfiatura” delle fatture del calcestruzzo per celare una richiesta di pizzo ma che, l’incremento della fornitura, è dipesa dalla rottura di una pompa e di una variante effettuata sugli angoli che ha fatto crescere la cubatura. 

Ripartito ieri il processo che vede alla sbarra l’imprenditore


Dal Web


Copyright © anno 2017 - Edizioni Grandangolo - Via Mazzini, 177 -
Numero telefonico: 351 533 9611- 92100 Agrigento - Codice Issn: 2499-8907 -
Iscrizione R.O.C.: 22361 - Registrazione al Tribunale di Agrigento n. 264/04