Giudiziaria

“Stalking ad assistente sociale del Comune”, 40enne condannata

La donna, secondo quanto ricostruito, avrebbe perseguitato l’assistente sociale responsabile del procedimento alla base della revoca della potestà genitoriale

Pubblicato 4 settimane fa

Il giudice monocratico del tribunale di Sciacca, Dario Hamel, ha disposto la condanna ad un anno e otto mesi di reclusione nei confronti di una quarantenne di Menfi per stalking ai danni di una assistente sociale del comune. L’imputata, difesa dall’avvocato Calogero Lanzarone, era accusata anche di resistenza a pubblico ufficiale. Il pm Brunella Fava, al termine della requisitoria, aveva chiesto la condanna a due anni e otto mesi.

La donna, secondo quanto ricostruito, avrebbe perseguitato l’assistente sociale responsabile del procedimento alla base della revoca della potestà genitoriale. L’episodio, in particolare, si sarebbe verificato negli uffici del comune di Menfi quando la donna avrebbe inveito e minacciato l’assistente. Nelle ultime settimane la quarantenne, nel frattempo finita ai domiciliari, è stata arrestata per ben cinque volte per evasione. 

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *