Giudiziaria

Traffico di cocaina su auto a noleggio, 11 misure cautelari

Il trasporto della droga dalla città etnea avvalendosi di insospettabili autovetture a noleggio intestate a due società marsalesi

Pubblicato 10 mesi fa



Questa mattina, i Carabinieri della Compagnia di Marsala (Trapani), diretti e coordinati dalla locale Procura della Repubblica, con l’ausilio del Nucleo Cinofili di Palermo Villagrazia e del 12esimo Reggimento Carabinieri Sicilia, hanno dato esecuzione a un’ordinanza applicativa di misure cautelari, emessa dal GIP del Tribunale di Marsala su richiesta della locale Procura, nei confronti di 11 indagati (3 in carcere, 3 arresti domiciliari con braccialetto elettronico e 5 obblighi di dimora nel comune di Marsala con divieto di uscire in ore notturne), per cui si è ritenuto sussistano gravi indizi di colpevolezza, a vario titolo, in relazione ai reati di traffico e spaccio di sostanze stupefacenti (cocaina).

Nell’ambito dell’operazione antidroga di stamane, il gip di Marsala Annalisa Amato ha disposto gli arresti per Pietro Marino, 53 anni di Marsala, Lorenzo Agatino Abate, 45 anni di Catania, Vincenzo Fabio Licari, 47 anni di Marsala. Ai domiciliari sono finiti Giorgia Marino, 25 anni, Marsala, Giovanna Martino, 40 anni di Mazara del Vallo, Carmelo Loris Abate, 23 anni di Catania, e Giuseppe La Mantia, 46 anni di Petrosino. Obbligo di dimora per Maurizio Gaspare Giannone 50 anni di Erice, Andrea Vincenzo Giannone, 27 anni di Marsala, Stefania Vittoria Squillace, 46 anni di Marsala, e Francesco Vinci, 33 anni di Marsala. Sono state sequestrate le ditte Mari Autonoleggio di Pietro Marino e Mari autonoleggio di Marilena D’Amico. Il provvedimento trae origine dalle indagini condotte dai Carabinieri della Sezione Operativa della Compagnia di Marsala, coordinati dalla Procura della Repubblica lilibetana, “volte a reprimere una lucrosa attività di traffico di cocaina sull’asse Catania-Marsala”. Alcuni indagati infatti, secondo quanto ricostruito dagli inquirenti, avrebbero organizzato, in più occasioni, il trasporto della droga dalla città etnea avvalendosi di insospettabili autovetture a noleggio intestate a due società marsalesi.

Sarebbero giunti, ogni mese, 2 kilogrammi circa di cocaina che avrebbe inondato la città favorendo lucrosissime entrate illecite per i trafficanti. A Marsala infatti, la cocaina, sarebbe stata ceduta a locali pusher per l’approvvigionamento delle piazze di spaccio cittadine. L’indagine dei Carabinieri aveva già consentito di arrestare in flagranza 7 persone, sequestrare 3 kg di cocaina e circa 40.000 euro in contanti ritenuti provento dell’illecita attività.

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *