Connect with us
Calcio

Calcio a 5, Città di Canicattì C5: “soddisfatti per il percorso intrapreso”  

A tracciare il bilancio il presidente Callari

Pubblicato 1 mese fa

Si conclude il girone d’andata del campionato regionale di Serie C2 di calcio a 5 ed il Città di Canicattì C5 porta a casa altri 3 punti fondamentali nella trasferta di sabato sera ad Agira dopo una partita dalle mille emozioni finita con il risultato di 3 a 5 per i biancorossi di mister Claudio Calandra grazie alle doppiette di Gianluca Corsino e Marco Casali ed al goal di Domenico Provvidenza.

Terminato, dunque, il girone d’andata, è tempo di bilanci per la società biancorossa, il presidente Callari traccia il percorso: “Sicuramente siamo molto soddisfatti del percorso intrapreso fino a questo punto e siamo lì a lottare nelle posizioni importanti di Classifica come da obiettivo di inizio stagione, certamente è un percorso che dopo una fase di assestamento iniziale adesso ha preso la giusta direzione, dall’arrivo di Mister Calandra abbiamo ottenuto sei risultati utili consecutivi, di cui le ultime quattro vittorie ci portano in una buona posizione di classifica, ma allo stesso tempo sappiamo che bisogna lavorare sempre settimana dopo settimana, io e la società tutta siamo ampiamente soddisfatti del lavoro fatto fino ad oggi dallo staff tecnico e dai ragazzi”, parole importanti quelle del presidente a cui si affiancano quelle del DS Adamo: “Fin dall’inizio della stagione abbiamo cercato di costruire un roster che potesse lottare per le posizioni che contano, siamo soddisfatti di quanto fatto fino ad oggi, dopo i risultati utili consecutivi soprattutto dopo le ultime vittorie si è vista una squadra cresciuta nel gioco e nell’intensità regalando, oltre che le vittorie, anche spettacolo al proprio pubblico, in società c’è l’enorme soddisfazione di aver rappresentato al meglio la nostra città, consapevoli, però, che non bisogna abbassare la guardia e bisogna lavorare giorno per giorno ma siamo sicuri che con questo gruppo ci toglieremo grandi soddisfazioni”.

Dello stesso pensiero è mister Claudio Calandra: “al giro di boa, sono consapevole della forza della mia rosa ma sicuramente ancora c’è tanto lavoro da fare continuando a lottare settimana dopo settimana per dare a questa società le soddisfazioni che merita”.

La ripresa del campionato è prevista per sabato 7 gennaio quando i biancorossi saranno impegnati in trasferta a Giarre contro lo Jonia.

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

16:02
16:59 - Al professor Francesco Pira il Premio UCSI 22/23 +++15:45 - Agrigento, picchiato dal branco per un commento sui social: 14enne in ospedale  +++15:01 - Fugge a Parigi dopo rapina a mano armata: arrestato +++14:56 - All’Ecua si presenta il libro “Uno scoglio chiamato Lampedusa” di Daneluzzi e Fattori +++14:44 - Dalla Regione quasi 8 milioni per disabili gravi senza famiglia +++13:52 - Lampedusa, vigile del fuoco stroncato da malore sul lavoro: cordoglio dei colleghi  +++13:35 - Manutenzione immobili scolastici del Libero consorzio, approvato il bando di gara +++13:30 - Cercano di passare droga a detenuti, un arresto e una denuncia +++12:03 - Nascondeva 21 flaconi di metadone in casa, arrestato +++11:59 - Trovati due ordigni bellici in Sicilia, artificieri al lavoro +++
16:59 - Al professor Francesco Pira il Premio UCSI 22/23 +++15:45 - Agrigento, picchiato dal branco per un commento sui social: 14enne in ospedale  +++15:01 - Fugge a Parigi dopo rapina a mano armata: arrestato +++14:56 - All’Ecua si presenta il libro “Uno scoglio chiamato Lampedusa” di Daneluzzi e Fattori +++14:44 - Dalla Regione quasi 8 milioni per disabili gravi senza famiglia +++13:52 - Lampedusa, vigile del fuoco stroncato da malore sul lavoro: cordoglio dei colleghi  +++13:35 - Manutenzione immobili scolastici del Libero consorzio, approvato il bando di gara +++13:30 - Cercano di passare droga a detenuti, un arresto e una denuncia +++12:03 - Nascondeva 21 flaconi di metadone in casa, arrestato +++11:59 - Trovati due ordigni bellici in Sicilia, artificieri al lavoro +++