Connect with us
Agrigento

Agrigento, beccati 23 “sporcaccioni”: 600 euro ciascuno per abbandono di rifiuti

Ai trasgressori è stata comminata una sanzione amministrativa di 600,00 euro

Pubblicato 2 settimane fa

Continua incessante l’azione repressiva da parte del Corpo di Polizia Provinciale di Agrigento contro l’increscioso fenomeno dell’abbandono di rifiuti lungo le strade provinciali.

Tale attività, fortemente voluta dal Libero Consorzio Comunale e disposta dal Dirigente del servizio dott. Pietro Amorosia, si avvale dell’ausilio di foto trappole, opportunamente, celate nei pressi dei siti più sensibili, ove incivili cittadini si disfanno, oltre che dei soliti rifiuti solidi urbani, anche delle più disparate tipologie di materiali.

Soltanto nell’ultimo trimestre sono stati individuati e conseguenzialmente sanzionati 23 soggetti sorpresi dai sistemi di video sorveglianza a scaricare rifiuti lungo le strade provinciali. Ai medesimi trasgressori è stata comminata una sanzione amministrativa di 600,00 euro. Proprio nell’ambito della disamina delle immagini estrapolate dalle telecamere avviene, spesso, di imbattersi in “curiose situazioni”, come quella mostrata dagli estratti dei filmati raccolti dagli agenti della Polizia Provinciale che immortalano un  cittadino intento a ricoprire, preventivamente, con un drappo la targa della propria autovettura prima di scaricare dalla stessa un enorme quantitativo di rifiuti.

Tale accorgimento  non e’  sfuggito all’occhio attento della videocamera che è riuscita a mostrare, per qualche istante, la targa del mezzo prima della copertura della stessa. Il Commissario Straordinario evidenzia il servizio svolto dalla Polizia Provinciale contro il fenomeno dell’abbandono dei rifiuti, amianto  incluso, le cui ripercussioni economiche per le  operazioni di bonifica dei siti inquinati, ricadono sull’intera collettività.

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

16:35
16:49 - Castronovo e Farulla (Circolo PD Palma): “Con Bonaccini per il rilancio di un partito  popolare e aperto” +++16:16 - Messina Denaro, una donna: “L’ho frequentato, non sapevo fosse lui” +++15:24 - Le associazioni “Motorlife” e “L’angelo Federico onlus” nei corridoi dell’Ospedale San Marco +++15:03 - Minaccia con coltello la moglie, arrestato +++12:41 - Calcio a 5, vittoria per il Città di Canicattì contro il Pedara +++11:28 - Caso Suv, la Corte dei Conti cita due dirigenti del Comune: “Soldi sperperati” +++10:57 - Sambuca di Sicilia, rubate due moto da cross: indagini in corso +++10:32 - Alla Valle dei Templi tre alberi intitolati a Moncada, Fasulo e Fofò Purtuso +++10:03 - Il Tennis Club Città di Favara al II posto tra le scuole di Sicilia +++09:52 - Agrigento, auto a fuoco a San Leone: indagini  +++
16:49 - Castronovo e Farulla (Circolo PD Palma): “Con Bonaccini per il rilancio di un partito  popolare e aperto” +++16:16 - Messina Denaro, una donna: “L’ho frequentato, non sapevo fosse lui” +++15:24 - Le associazioni “Motorlife” e “L’angelo Federico onlus” nei corridoi dell’Ospedale San Marco +++15:03 - Minaccia con coltello la moglie, arrestato +++12:41 - Calcio a 5, vittoria per il Città di Canicattì contro il Pedara +++11:28 - Caso Suv, la Corte dei Conti cita due dirigenti del Comune: “Soldi sperperati” +++10:57 - Sambuca di Sicilia, rubate due moto da cross: indagini in corso +++10:32 - Alla Valle dei Templi tre alberi intitolati a Moncada, Fasulo e Fofò Purtuso +++10:03 - Il Tennis Club Città di Favara al II posto tra le scuole di Sicilia +++09:52 - Agrigento, auto a fuoco a San Leone: indagini  +++