Agrigento, operazione Kerkent, Cilona (Dia): “Un franchising della droga” (ft e vd)

Irene Milisenda

Agrigento

Agrigento, operazione Kerkent, Cilona (Dia): “Un franchising della droga” (ft e vd)

Pubblicato il Mar 4, 2019
Agrigento, operazione Kerkent, Cilona (Dia): “Un franchising della droga” (ft e vd)

“Un franchising della droga voluto dal boss Antonio Massimino che rivestiva un duplice ruolo: da una parte vertice dell’associazione dedita allo spaccio di sostanze stupefacenti e dall’altra capo della famiglia mafiosa di Agrigento.”

Lo ha dichiarato il vice questore e capo centro Dia Roberto Cilona a margine della conferenza stampa in seguito all’operazione Kerkent che ha portato a 34 misure cautelari. 

“Massimino – dice il vice questore Cilona – si è imposto al vertice dell’associazione grazie al “brand” della mafia e grazie alla sua spregiudicatezza imprenditoriale che gli ha anche permesso di aprire canali di approvvigionamento della droga anche al di fuori della provincia di Agrigento arrivando fino – conclude Cilona –  in Calabria o nel palermitano.”


Dal Web


Copyright © anno 2017 - Edizioni Grandangolo - Via Mazzini, 177 -
Numero telefonico: 351 533 9611- 92100 Agrigento - Codice Issn: 2499-8907 -
Iscrizione R.O.C.: 22361 - Registrazione al Tribunale di Agrigento n. 264/04