Al via campagna di screening oncologici all’Asp di Agrigento (ft,vd)

Irene Milisenda

Agrigento

Al via campagna di screening oncologici all’Asp di Agrigento (ft,vd)

Pubblicato il Set 10, 2019
Al via campagna di screening oncologici all’Asp di Agrigento (ft,vd)

Questa mattina nella sede dell’Azienda sanitaria ospedaliera di Agrigento, il direttore generale ASP, Giorgio Giulio Santonocito assieme ai direttori sanitario ed amministrativo, rispettivamente, Gaetano Mancuso ed Alessandro Mazzara, i dirigenti del Dipartimento di prevenzione ASP, hanno dato al via alla nuova campagna di screening oncologici, con specifici test diagnostici allo scopo di identificare precocemente l’insorgenza di un tumore.

“È importante informare, e sensibilizzare quante persone possibili su questo tema. Individuare il tumore in fase iniziale consente il trattamento con una maggiore probabilità di sconfiggere la malattia o, nei casi più gravi, di aumentare la sopravvivenza e migliorare la qualità della vita”, ha commentato il direttore dell’Asp Giulio Santonicito.

Ogni tumore può interessare più frequentemente una certa fascia di età: per questo motivo lo screening è rivolto solo alla “popolazione target“, ovvero quella che, secondo le statistiche, è nella fascia di età a rischio di insorgenza.durabte Gli screening attivi sono:
Screening del carcinoma della cervice uterina rivolto a donne di età compresa  tra i 25 e i 64 anni;
Screening del carcinoma della mammella rivolto a donne di età compresa tra i 50 e i 69 anni;
Screening del carcinoma del colon-retto rivolto a uomini e donne di età compresa tra i 50 e i 69 anni.

Alla conferenza hanno partecipato anche una rappresentativa della Pallavolo Aragona di serie B1 formata dal presidente, Nino Di Giacomo, e da alcune giocatrici, principale testimonial dello spot della campagna prevenzione.


Dal Web


Copyright © anno 2017 - Edizioni Grandangolo - Via Mazzini, 177 -
Numero telefonico: 351 533 9611- 92100 Agrigento - Codice Issn: 2499-8907 -
Iscrizione R.O.C.: 22361 - Registrazione al Tribunale di Agrigento n. 264/04