Agrigento

I primi cittadini agrigentini  sull’Isola Ferdinandea

Riconoscimento per il sindaco di Agrigento Franco Miccichè

Pubblicato 1 anno fa

Il sindaco di Agrigento Franco Miccichè è stato proclamato primo cittadino dell’Isola Ferdinandea.

La tessera di cittadinanza è stata mostrata sul grande schermo nel corso della manifestazione “Agrigento città della cultura 2025” svoltasi stamane nel Teatro Pirandello”.

Una  notizia che può aver suscitato interesse ma anche una certa sorpresa tra geologi e sommozzatori visto che l’Isola Ferdinandea di origine  vulcanica era emersa nel 1831 per poi inabissarsi tra le onde nel 1832 senza che ci fosse stato il tempo di una rivendicazione certa, scatenando baruffe sovraniste tra Regno delle Due Sicilie, il Regno Unito e il Regno di Francia.

Stamane  nell’ambito di “Agrigento città della cultura” questa prima tessera di cittadinanza di un’isola che da allora non è più riemersa, suggerisce probabilmente che è stata già intrapresa  una sorta di colonizzazione sottomarina che, tra l’altro, potrebbe anticipare un futuro prossimo venturo al riparo da tempeste e sciagure climatiche.

Sindaco di quest’Isola Ferdinandea è stato designato il filosofo Empedocle (anzi – è stato detto – che non poteva che essere Empedocle ) di cui  la storia o leggenda, narrano si fosse gettato nel cratere dell’Etna.

 Probabilmente questa designazione di Empedocle a sindaco di un’isola sommersa è stata la novità più distopica del Progetto Agrigento città della cultura ma che insieme ad altre realtà prospettate fornisce un quadro sufficientemente utopico per tutto il rassemblement politico chiamato a  misurarsi con la concorrenza delle altre città italiane in lizza per l’agognato titolo.

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *