Agrigento

Non si può morire di lavoro, ci sono i primi due indagati nella tragedia di Canicattì 

La tragedia di Canicattì suscita dolore e rabbia. Intanto, la Procura sequestra atti e l'area dell'incidente e indaga due persone

Pubblicato 3 settimane fa

Una giovane vita spezzata, un’intera famiglia segnata dal dolore. Ennesima tragedia sul lavoro in provincia di Agrigento dove un operaio di soli 21 anni, Angelo Giardina, è deceduto dopo essere stato travolto dal carrello elevatore che stava manovrando. Intanto, la Procura di Agrigento sequestra atti e l’area dell’incidente e indaga due persone.

CLICCA QUI PER ACQUISTARE IL NUMERO DI GRANDANGOLO

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *