Agrigento

Rieducare gli uomini maltrattanti, firmato il protocollo Elios tra la Questura e la cooperativa “Nuova Generazione”

I percorsi messi in atto da centri specializzati mirano ad un cambiamento profondo dei soggetti maltrattanti, allo scopo finale di ottenere un calo significativo delle recidive e, allo stesso tempo, una possibilità di recupero del maltrattante.

Pubblicato 1 mese fa



E’ stato siglato un protocollo di intesa, denominato “Protocollo Elios” tra la Questura, nella persona del Questore Tommaso Palumbo e la cooperativa sociale “Nuova Generazione” rappresentata dal presidente dott.ssa Laura Maria Rotolo e dalla coordinatrice del Centro Uomini Autori di violenza, d.ssa Anna Amoroso.

Obiettivo principale delle Istituzioni coinvolte è, quello di anticipare la soglia di prevenzione e protezione dal fenomeno, intercettando i comportamenti che integrano i cosiddetti reati “sentinella”, per impedire che i medesimi vengano portati a più gravi conseguenze. Con il protocollo Elios, quindi, oltre all’azione inibitoria rispetto alla reiterazione di determinati comportamenti, per i quali viene adottato l’Ammonimento del Questore, si aggiunge un ulteriore strumento, che prevede, per l’autore delle condotte censurate, di intraprendere, facoltativamente, un percorso di “rieducazione”, con il sostegno di un’equipe specializzata che lo potrà aiutare a prendere consapevolezza del disvalore sociale e della lesività degli atteggiamenti prevaricatori, riducendo così il rischio di recidiva.

I percorsi messi in atto da centri specializzati mirano ad un cambiamento profondo dei soggetti maltrattanti, allo scopo finale di ottenere un calo significativo delle recidive e, allo stesso tempo, una possibilità di recupero del maltrattante.

“Una collaborazione sinergica per favorire la “presa in carico” della persona ammonita e la verifica degli esiti delle attività poste in essere, nella consapevolezza che gli interventi preventivi rivolti all’autore delle violenze non possono che rafforzare la tutela ed il sostegno delle vittime di violenza”, ha dichiarato il questore Tommaso Palumbo a margine della firma del protocollo d’intesa.

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *