“Lo dobbiamo fare saltare in aria”, il procuratore aggiunto Vella racconta in aula le minacce ricevute

Redazione

Apertura

“Lo dobbiamo fare saltare in aria”, il procuratore aggiunto Vella racconta in aula le minacce ricevute

di Redazione
Pubblicato il Nov 8, 2019
“Lo dobbiamo fare saltare in aria”, il procuratore aggiunto Vella racconta in aula le minacce ricevute

Il procuratore aggiunto della Repubblica di Agrigento Salvatore Vella è comparso questa mattina nell’insolita veste di testimone al Tribunale di Caltanissetta nel processo a carico dell’agrigentino Fabio Bellanca, 37 anni, accusato di aver minacciato di far esplodere il magistrato agrigentino. 

Il procuratore aggiunto, che si è costituito parte civile rappresentato dall’avvocato Daniela Posante annunciando peraltro di chiedere un risarcimento simbolico di 1 euro, ha raccontato quanto avvenuto al centro commerciale di Villaseta: “Ero lì durante una pausa pranzo con una mia collaboratrice quando si è avvicinato questo individuo che ha cominciato a minacciarmi dicendo di volermi fare saltare in aria col tritolo – ha raccontato Vella – in quel momento ho avuto paura e ho chiamato i carabinieri che sono subito intervenuti”. 

Bellanca, 37enne agrigentino, era stato arrestato anche per una estorsione nei confronti di una donna alla quale avrebbe sottratto 37 mila euro. Adesso, difeso dagli avvocati Daniele Re e Giulia Cristodaro, è sotto processo per le minacce rivolte al procuratore aggiunto Salvatore Vella. 


Dal Web


Copyright © anno 2017 - Edizioni Grandangolo - Via Mazzini, 177 -
Numero telefonico: 351 533 9611- 92100 Agrigento - Codice Issn: 2499-8907 -
Iscrizione R.O.C.: 22361 - Registrazione al Tribunale di Agrigento n. 264/04