Naro, peculato e abuso d’ufficio: chiesto rinvio a giudizio per Sindaco ed ex Assessore

Redazione

Apertura

Naro, peculato e abuso d’ufficio: chiesto rinvio a giudizio per Sindaco ed ex Assessore

Il Sindaco di Naro è difeso dall'Avvocato Scozzari, l'ex assessore Lisinicchia è difeso dagli Avvocati Antonio Panìco e Diego Giarratana.
di Redazione
Pubblicato il Feb 14, 2019
Naro, peculato e abuso d’ufficio: chiesto rinvio a giudizio per Sindaco ed ex Assessore

Il Procuratore aggiunto di Agrigento, Salvatore Vella, e il Pubblico Ministero, Chiara Bisso hanno chiesto il rinvio a giudizio del Sindaco di Naro, Calogero Cremona, per le accuse di peculato e abuso di ufficio.

La prima imputazione scaturisce dall’avere ordinato a un operaio, che lavorava nel servizio di nettezza urbana, di rimuovere il fango che si era accumulato, in seguito a un nubifragio, nella strada privata che porta alla sua casa di campagna. L’abuso d’ufficio è contestato perchè il Sindaco avrebbe fatto riparare a spese del Comune la ruota del bobcat, di proprietà dell’ente, che si era rotta durante le operazioni di bonifica nella sua proprietà.

La circostanza è stata scoperta dagli inquirenti nell’ambito dell’indagine che ha portato, lo scorso Dicembre, all’arresto dell’ex Assessore Francesco Linisicchia, accusato di avere fatto pressioni indebite per costringere l’imprenditore Giuseppe Romano (a capo dell’azienda che a Naro si occupa della raccolta dei rifiuti) di stipulare un contratto di vigilanza per una società nella quale egli stesso lavorava come guardia giurata e responsabile di zona.

L’ex assessore Lisinicchia ed il sindaco Cremona

Il processo è stato chiesto pure per l’operaio Antonino Cristi, 48 anni, accusato solo di peculato.
Il Sindaco di Naro è difeso dall’Avvocato Scozzari, l’ex assessore Lisinicchia è difeso dagli Avvocati Antonio Panìco e Diego Giarratana. L’udienza preliminare è in programma il prossimo 2 aprile davanti al giudice Stefano Zammuto.


Dal Web


Copyright © anno 2017 - Edizioni Grandangolo - Via Mazzini, 177 -
Numero telefonico: 351 533 9611- 92100 Agrigento - Codice Issn: 2499-8907 -
Iscrizione R.O.C.: 22361 - Registrazione al Tribunale di Agrigento n. 264/04