Sindaco Licata aggredito in Municipio da dipendente comunale: medicato in ospedale

Redazione

Apertura

Sindaco Licata aggredito in Municipio da dipendente comunale: medicato in ospedale

di Redazione
Pubblicato il Lug 8, 2019
Sindaco Licata aggredito in Municipio da dipendente comunale: medicato in ospedale

Il sindaco di Licata, Giuseppe Galanti, è stato aggredito mentre era nel suo ufficio, al Municipio, da un impiegato comunale. Il primo cittadino è finito al pronto soccorso dell’ospedale “San Giacomo d’Altopasso” dove i medici lo hanno sottoposto a tutti gli accertamenti necessari. L’amministratore non è ferito in maniera grave.

Erano le 20 circa quando il sindaco Galanti era a colloquio con il dipendente – un cinquantenne – all’interno dell’ufficio dove, ad un certo punto, si sarebbe verificata l’aggressione. Pare che, al momento dell’alterco trasformatosi in atto violento, fossero presenti pure alcuni consiglieri e un assessore comunale.

Galanti è stato subito soccorso e accompagnato in ospedale da una coppia di agenti della polizia municipale. Nelle prossime ore, spetterà, naturalmente, al sindaco decidere se formalizzare o meno querela di parte contro l’impiegato comunale. Si tratta di reati, del resto, non perseguibili d’ufficio. A quanto pare, fra sindaco e impiegato comunale vi sarebbero stati dei contrasti in materia lavorativa. Durante il colloquio, ad un certo punto gli animi si sarebbero surriscaldati e l’impiegato comunale avrebbe aggredito il primo cittadino. Galanti, candidato del Centrodestra, è stato eletto nel giugno dello scorso anno con il 55% delle preferenze.

Tanti i messaggi di solidarietà nei confronti del Sindaco Galanti. La sindaca di Naro Maria grazia Brandara dichiara: “ Non riesco a trovare le parole giuste per far sentire la mia vicinanza al Sindaco di Licata che ieri ha subito un’aggressione all’interno del suo ufficio.
La gestione della pubblica amministrazione è ultimamente diventata una corsa contro il tempo e contro le difficoltà che il momento storico ci mette davanti ogni giorno.
Sono stata commissario straordinario del comune di Licata e mi sento ancora di più vicina al suo Sindaco e ai Licatesi, persone perbene rappresentate da una persona perbene! ”

Fanno eco le parole del Sindaco Di Ventura di Canicattì.

È inaccettabile come un colloquio con un dipendente possa trasformarsi in un atto di violenza – commenta il sindaco Di Ventura – Da amministratori siamo pienamente consapevoli delle difficoltà di gestione della macchina burocratica, ma siamo altrettanto convinti che sia fondamentale osservare il rispetto dei ruoli istituzionali e mantenere toni concilianti intrisi di dialettica e pacatezza. Al sindaco Galanti auguriamo di ritornare al più presto al lavoro in un clima più sereno”. 


Dal Web


Copyright © anno 2017 - Edizioni Grandangolo - Via Mazzini, 177 -
Numero telefonico: 351 533 9611- 92100 Agrigento - Codice Issn: 2499-8907 -
Iscrizione R.O.C.: 22361 - Registrazione al Tribunale di Agrigento n. 264/04