Bivona

Bivona, al via i lavori di ammodernamento all’ufficio postale

La continuità dei servizi postali e finanziari ai cittadini è garantita attraverso l’ufficio postale di Santo Stefano Quisquina

Pubblicato 2 settimane fa

Poste Italiane comunica che l’ufficio postale di Bivona è oggetto di interventi di ammodernamento per migliorare la qualità dei servizi e dell’accoglienza.

La continuità dei servizi postali e finanziari ai cittadini è garantita attraverso l’ufficio postale di Santo Stefano Quisquina sito in piazza Europa 28, operativo dal lunedì al venerdì dalle ore 8.20 alle 13.35 e il sabato fino alle 12.35, e dotato ATM Postamat operativo h24.

La sede bivonese di via Roma infatti è inserita nell’ambito di “Polis – Casa dei Servizi Digitali”, il progetto di Poste Italiane per rendere semplice e veloce l’accesso ai servizi della Pubblica Amministrazione nei comuni con meno di 15mila abitanti con l’obiettivo di favorire la coesione economica, sociale e territoriale del nostro Paese e il superamento del digital divide. 

La trasformazione degli spazi dell’ufficio postale di Bivona avverrà in previsione dello sviluppo di attività innovative attraverso i canali fisico-digitali dell’azienda. Per la gestione dei nuovi sportelli unici e dei relativi servizi, Poste Italiane ha avviato un piano formativo mirato per i propri dipendenti con la previsione in Sicilia di oltre 4mila ore di corsi dall’inizio dell’anno.  

Oltre ai servizi “INPS” per i pensionati (sono già richiedibili il cedolino della pensione, la certificazione unica e il modello “OBIS M”), nella sede di via Roma i cittadini avranno a disposizione in futuro anche diversi altri servizi della Pubblica Amministrazione, quali la possibilità di richiedere carta d’identità elettronica, passaporto, certificati di stato civile e anagrafici, autodichiarazioni di smarrimento, denuncia di detenzione e trasporto d’armi, richiesta riemissione di codice fiscale e molto altro. 

Al termine dei lavori di adeguamento, l’ufficio postale di Bivona tornerà disponibile per i cittadini con i consueti orari. 

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *