Casteltermini

Si rinnova lo spettacolo della festa del Tataratà a Casteltermini: le interviste 

Si rinnova la tradizione della festa di Santa Croce a Casteltermini conosciuta come sagra del Tataratà

Pubblicato 4 settimane fa



Si rinnova la tradizione della festa di Santa Croce a Casteltermini conosciuta come sagra del Tataratà. La festa è iniziata venerdì e ieri, sabato è stato il giorno di festa con in risalto il ceto della Maestranza, unico ceto a cavallo. Sfilata a piedi dei ceti Celibi, Pecorai e Borgesi che, seguiti a cavallo dal ceto della Real Maestranza, accompagnano in processione il carroccio con la Croce per le vie del paese. Nella serata dopo la sfilata  dei cavalli, l’esibizione in piazza Duomo del gruppo folk del Tataratà.

Soddisfatto il sindaco Gioacchino Nicastro per la riuscita della festa, della sicurezza predisposta dalla Questura di Agrigento, e anche per la grande partecipazione non solo della comunità castelterminese ma anche dei paesi limitrofi.  La domenica è la giornata conclusiva. E’ l’unico giorno che vede momenti salienti anche nella mattina. Dalle 10,30 fino alle 14 circa tutto viene concentrato in piazza Duomo.

La breve processione della reliquia, la Santa messa; la benedizione dei palii e dello stendardo, la Real Maestranza che deposita le insegne al Comune, sergente, alfiere e capitano nel loro momento di massima esposizione dal balcone del Municipio e, a chiusura della mattina, la più impegnativa esibizione del gruppo del Tataratà, unica sotto il sole delle ore 13. In serata oltre ai ceti partecipano  i Burdunara: muli e cavalieri vivacemente addobbati che portano grande allegria con vivaci corse.

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *