Licata, blitz “Stipendi spezzati”: Lupo e la moglie respingono le accuse

Redazione

Agrigento

Licata, blitz “Stipendi spezzati”: Lupo e la moglie respingono le accuse

di Redazione
Pubblicato il Mag 23, 2017
Licata, blitz “Stipendi spezzati”: Lupo e la moglie respingono le accuse

Salvatore Lupo, 41 anni, ex presidente del consiglio comunale di Favara e la moglie Maria Barba di 35 anni finiti agli arresti domiciliari nell’ambito dell’operazione dei carabinieri “Stipendi spezzati” riguardante la gestione, ritenuta illecita dagli inquirenti, della “Cooperativa sociale Suami – Onlus”, sono stati interrogati dal Gip del Tribunale di Agrigento, Alfonso Malato ed hanno respinto ogni addebito. Articolata la loro difesa che ha convinto il legale di fiducia, Domenico Russello a chiedere la revoca degli arresti in considerazione, inoltre, delle esigenze cautelari affievolite.
Domani saranno interrogati gli altri indagati: Caterina Federico di 34 anni (obbligo di dimora a Licata) e Veronica Sutera Sardo, 30 anni, di Agrigento (obbligo di presentazione alla polizia giudiziaria), entrambe operatrici della struttura.

Loading…


Dal Web


Copyright © anno 2017 - Edizioni Grandangolo - Via Mazzini, 177 -
Numero telefonico: 351 533 9611- 92100 Agrigento - Codice Issn: 2499-8907 -
Iscrizione R.O.C.: 34513 - Registrazione al Tribunale di Agrigento n. 264/04

Change privacy settings