Cultura

Sciacca, presentata la 15ª edizione del “Letterando in Fest”

È stata presentata stamattina, nella Multisala Badia Grande di Sciacca, la quindicesima edizione del Letterando in Fest

Pubblicato 6 giorni fa

È stata presentata stamattina, nella Multisala Badia Grande di Sciacca, la quindicesima edizione del Letterando in Fest, l’appuntamento letterario il cui tema scelto dalla direttrice artistica Paola Caridi è “Nema problema”, così come durante la guerra nei Balcani, con stile drammaticamente ironico, si provava a liquidare il dramma di quella guerra.

Ad illustrare ai giornalisti i contenuti della manifestazione di quest’anno sono stati il fondatore ed organizzatore del Letterando in Fest Sino Caracappa, la stessa Paola Caridi e il sindaco di Sciacca Fabio Termine.

Nutrito il calendario di presentazioni di libri, che inizieranno giovedì 13 giugno. Alle 18 il giornalista dell’Ansa Francesco Terracina parlerà di “Mal di Sicilia”, il suo libro pubblicato da Laterza in cui passa in rassegna il rapporto di intellettuali, viaggiatori, sportivi, magistrati e artisti con la nostra regione; Sarà poi la volta dello scrittore saccense Giuseppe Polizzi. Subito dopo un altro giornalista, Giacomo di Girolamo, parlerà di “Una vita tranquilla”, pubblicato da Zolfo, con al centro la cattura di Matteo Messina Denaro e il racconto della sua latitanza a due passi da casa; alle 20 Marcello Sorgi presenterà “San Berlinguer”, edito da Chiarelettere, che proporrà la biografia dell’ultimo capo comunista e di come la sua figura continui ancora oggi, a quarant’anni dalla morte, ad essere un punto di riferimento per la Sinistra italiana.

Venerdì 14 giugno in rassegna Chiara Bianchi, che presenterà “Il canto della fortuna”, edito da Salani, mentre il procuratore della Repubblica di Agrigento Giovanni Di Leoparlerà con Paola Caridi e Sofia Lamanno di “Hamas. Alle 20 sarà la volta di un altro magistrato, Maurizio De Lucia, che con Salvo Palazzolo presenterà “La cattura”, dedicato alle ore febbrili culminate con l’arresto del capomafia.

Sabato 15 giugno Stefania Andreoli presenterà “Io, te e l’amore”, edito da Rizzoli. Subito dopo sarà la volta del giornalista Massimo D’Antoni, e del suo debutto letterario con il romanzo “La pescatrice araba”, pubblicato da Aulino, mentre il pubblicitario Giuseppe Mazza presenterà “Campagne di guerra”, la comunicazione al tempo dei conflitti, edito da Prospero. A seguire sul maxischermo dell’Arena Giardino si potrà assistere all’esordio della Nazionale di calcio nella gara contro l’Albania agli Europei di Germania.

Domenica, ultimo giorno, Eleonora Lombardo presenterà “Sea Paradise”, pubblicato da Sellerio, e lo farà conversando con Evelina Santangelo; subito dopo sarà la volta di una conferenza su Frida Khalo dal titolo Le Matriosche, con Evelina Maffei e Gaspare Agnello. A seguire Francesca Maccani presenterà “Agata nel vento”, pubblicato da Rizzoli, e lo farà con Stefania Auci. Ancora, Evelina Santangelo e Paola Caridi, con Eleonora Lombardo e Costanza Quatriglio, proporranno un dibattito sulla raccolta di favole della stessa Evelina Santangelo dal titolo “La promessa del ritorno”.

Ci sarà poi spazio per le letture per i bambini e alcune proiezioni cinematografiche: giovedì “Finding Marta”, un film sulla musa di Pirandello diretto da Lorenzo Daniele e, domenica, il restaurato “L’Isola”, di Costanza Quatriglio. Spazio infine al Teatro con, venerdì sera, “Sono le storie che fanno ancora paura ai mafiosi” di Franco Bruno, proposto dalla compagnia Teatro Oltre.

“Le idee che il Letterando in fest propone molte di quelle che vengono proposte in molti festival italiani”, dice Paola Caridi. “Festival che sono importanti, perché formano i cittadini e le persone, questi appuntamenti di provincia, o cosiddetti periferici, sono dei modelli dove viene valorizzato un modello di filiera, che non sono frequentati solo dai lettori”.

“Mi dispiace che nelle scuole non si parli di libri – aggiunge Sino Caracappa – ed è anche per correggere il tiro, anche attraverso la valorizzazione del Fondo antico della stessa biblioteca comunale di Sciacca, che abbiamo proposto al comune di Sciacca in un progetto educativo che può anche valere per combattere la stessa dispersione scolastica”.

“Sono disponibile a siglare al più presto un accordo formale tra il comune e il Letterando in FESt – conclude il sindaco Fabio Termine – proprio per valorizzare, attraverso la Biblioteca comunale, anche la cifra culturale del nostro territorio”.

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *