Giudiziaria

Agrigento, minacce e torture al compagno di cella: condannato 

La pena inflitta dal tribunale è superiore rispetto alla richiesta avanzata dal pubblico ministero

Pubblicato 3 mesi fa

Il giudice monocratico del tribunale di Agrigento, Michele Dubini, ha condannato a sei anni di reclusione Elvis Betean, 36 anni, di genitori rumeni ma agrigentino di nascita, per i reati di estorsione, minacce e maltrattamenti. I fatti al centro del processo risalgono al 2017. L’uomo, detenuto nel carcere Pasquale Di Lorenzo di Agrigento, sarebbe stato responsabile di una serie di condotte violente nei confronti di un compagno di cella.

Quest’ultimo, secondo l’accusa, sarebbe stato picchiato e minacciato per costringerlo a comprargli sigarette, olio e coca cola. La pena inflitta dal tribunale è superiore rispetto alla richiesta avanzata dal pubblico ministero. Il sostituto procuratore Salvatore Caradonna aveva infatti proposto una condanna a cinque anni e tre mesi di reclusione. L’imputato è difeso dagli avvocati Davide Casà e Giorgia Parisi.

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *