Sorveglianza speciale per Peppe Burgio: l’imprenditore si difende in aula

Redazione

Agrigento

Sorveglianza speciale per Peppe Burgio: l’imprenditore si difende in aula

di Redazione
Pubblicato il Dic 14, 2016
Sorveglianza speciale per Peppe Burgio: l’imprenditore si difende in aula

Si difende con vigore Giuseppe Burgio, 52 anni, l’ex re dei supermercati finito nella polvere con il recente arresto per bancarotta fraudolento (confermato dal Riesame) che oggi è comparso avanti i giudici della seconda sezione penale del Tribunale di Agrigento – sezione misure di prevenzione – venendo interrogato per oltre due ore, nell’ambito di un procedimento promosso dalla Questura di Agrigento che ritiene l’imprenditore meritevole della sorveglianza speciale perché ritenuto socialmente pericoloso.

L’uomo, assistito dall’avvocato Carmelita Danile, ha respinto ogni addebito di pericolosità sociale sostenendo, al contrario, di essersi battuto per la legalità “denunciando boss di prima grandezza del panorama mafioso agrigentino” pagando per questo un prezzo alquanto alto e finendo sotto scorta.

L’udienza è stata aggiornata al prossimo 1 febbraio e sarà ancora Burgio – che è ristretto9 nel carcere Petrusa –  a parlare non avendo ancora terminato l’interrogatorio nell’udienza di oggi.

 


Dal Web


Copyright © anno 2017 - Edizioni Grandangolo - Via Mazzini, 177 -
Numero telefonico: 351 533 9611- 92100 Agrigento - Codice Issn: 2499-8907 -
Iscrizione R.O.C.: 22361 - Registrazione al Tribunale di Agrigento n. 264/04