Mafia, 37 anni fa veniva ucciso il giudice Chinnici: ideatore del pool

Redazione

Mafia

Mafia, 37 anni fa veniva ucciso il giudice Chinnici: ideatore del pool

di Redazione
Pubblicato il Lug 29, 2020
Mafia, 37 anni fa veniva ucciso il giudice Chinnici: ideatore del pool

Trentasette anni fa la strage che nel 1983 provoco’ la morte del giudice Rocco Chinnici, capo dell’Ufficio Istruzione del Tribunale di Palermo, di due carabinieri della scorta, il maresciallo Mario Trapassi e l’appuntato Salvatore Bartolotta, e il portiere dello stabile di via Pipitone Federico, Stefano Li Sacchi.

Oggi, alle ore 09:30, in via Pipitone Federico, luogo dell’eccidio, alla presenza delle massime Autorità della Provincia e della Città di Palermo, dei familiari delle vittime e di numerose autorità civili e militari è stata deposta una corona d’alloro per ricordare il 37° anniversario della strage in cui persero la vita il Giudice Rocco CHINNICI, i Carabinieri di scorta, Maresciallo Ordinario Mario TRAPASSI e Appuntato Scelto Salvatore BARTOLOTTA, e il portiere dello stabile Stefano LI SACCHI.

A seguire, nella chiesa di San Michele Arcangelo, in via Sciuti, è stata celebrata la Santa Messa.

Al termine della funzione sono intervenuti l’ Avv. Giovanni Chinnici, il Procuratore Generale Roberto Scarpinato, il Presidente della Corte d’Appello Matteo Frasca e il Generale Arturo Guarino, Comandante Provinciale dei Carabinieri.

La cerimonia si è conclusa con le parole dell’ Europarlamentare Onorevole Dott.ssa Caterina Chinnici.


Dal Web


Copyright © anno 2017 - Edizioni Grandangolo - Via Mazzini, 177 -
Numero telefonico: 351 533 9611- 92100 Agrigento - Codice Issn: 2499-8907 -
Iscrizione R.O.C.: 34513 - Registrazione al Tribunale di Agrigento n. 264/04

Change privacy settings