Licata, accusati di truffa: assolti i responsabili di una casa di riposo

Redazione

Licata

Licata, accusati di truffa: assolti i responsabili di una casa di riposo

di Redazione
Pubblicato il Giu 24, 2017
Licata, accusati di truffa: assolti i responsabili di una casa di riposo

Il gup del Tribunale di Agrigento, Stefano Zammuto, ha assolto, “perchè il fatto non sussiste”, i responsabili di una società che gestisce la casa di riposo Parnaso di Licata. A processo, a seguito di una indagine della guardia di Finanza scaturita da alcuni esposti anonimi, erano finiti Pierpaolo Frassine, amministratore unico della suddetta società, e Maria Pira, procuratore speciale e responsabile della struttura per anziani. I due erano accusati di una presunta trua aggravata ai danni dell’Inps per aver ottunuto, secondo l’accusa indebitamente, un contributo di 63 mila euro attestando un presunto falso calo di produzione e accedere al beneficio della Cassa integrazione guadagni previsto per la aziende in crisi. Secondo i difensori dei due imputati tutto invece era in regola con le disposizioni di legge. Ora l’assoluzione del gup che scagiona i due.

mi-piace

Loading…


Dal Web


Copyright © anno 2017 - Edizioni Grandangolo - Via Mazzini, 177 -
Numero telefonico: 351 533 9611- 92100 Agrigento - Codice Issn: 2499-8907 -
Iscrizione R.O.C.: 34513 - Registrazione al Tribunale di Agrigento n. 264/04

Change privacy settings