Giudiziaria

“Fece sparire scritture contabili”, reato prescritto: prosciolto imprenditore 

La Corte di Cassazione ha disposto il non doversi procedere nei confronti di un imprenditore agrigentino

Pubblicato 1 mese fa

La Corte di Cassazione ha disposto il non doversi procedere nei confronti di un imprenditore agrigentino, 32 anni, attivo nel settore della distribuzione alimentare, per l’accusa di aver distrutto le scritture contabili della società. La prescrizione, infatti, ha cancellato tutte le contestazioni nei suoi confronti.

L’uomo in primo grado era stato condannato a due anni di reclusione dal tribunale di Agrigento. Condanna che era poi stata ridotta a sei mesi in Appello. Adesso la Cassazione cancella anche le residue contestazioni disponendo il non doversi procedere per intervenuta prescrizione. La vicenda risale al 2016. L’imputato è difeso dall’avvocato Emilio Dejoma.

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *