Pestaggio di un poliziotto a Lampedusa, teste scagiona imputato: “Non lo ha picchiato”

Redazione

PRIMO PIANO

Pestaggio di un poliziotto a Lampedusa, teste scagiona imputato: “Non lo ha picchiato”

di Redazione
Pubblicato il Mag 24, 2019
Pestaggio di un poliziotto a Lampedusa, teste scagiona imputato: “Non lo ha picchiato”

Nuova udienza del processo a carico di due giovani di Lampedusa, Domenico De Battista e Agostino Famularo, di 23 anni, finiti sul banco degli imputati per lesioni personali gravissime.

La vicenda è relativa al presunto pestaggio avvenuto ai danni di un poliziotto che si trovava sull’isola presso l’hotspot. Secondo la ricostruzione degli inquirenti i due giovani avrebbero aggredito all’uscita di un locale il rappresentate delle forze dell’ordine provocandogli danni alla milza e alle costole.

Ieri in aula la testimonianza di una delle amiche dei due imputati: “Non ha aggredito nessuno, è stato lui a venire spintonato da alcune persone che si davano arie e non erano di Lampedusa. Sono intervenuti altri suoi amici in difesa e ne è nata una colluttazione.”

L’agente presunta vittima dell’aggressione, precedentemente, aveva riferito: “Ero in servizio per controllare il centro di accoglienza, insieme ai miei colleghi, poi abbiamo deciso di passare un serata di svago. Abbiamo bevuto una birra e quando siamo usciti, senza alcun motivo, due persone ci hanno aggredito dal posteggio. Erano giovanissimi, forse mironenni. Uno di loro ha colpito il mio collega con un pugno al volto. Io ho cercato di bloccarlo e mi sono trovato addosso un gruppo di persone alle spalle chi mi hanno aggredito”.


Dal Web


Copyright © anno 2017 - Edizioni Grandangolo - Via Mazzini, 177 -
Numero telefonico: 351 533 9611- 92100 Agrigento - Codice Issn: 2499-8907 -
Iscrizione R.O.C.: 34513 - Registrazione al Tribunale di Agrigento n. 264/04

Change privacy settings