Giudiziaria

Porto Empedocle, chieste 26 condanne per furto di acqua e occupazione abusiva 

La vicenda risale ad un controllo effettuato sette anni fa in due palazzine in via Fausto Coppi

Pubblicato 4 settimane fa

La procura di Agrigento ha avanzato la richiesta di condanna nei confronti di 26 persone accusate, a vario titolo, di furto aggravato di acqua e dell’occupazione abusiva di alcune case popolari a Porto Empedocle. La vicenda risale ad un controllo effettuato sette anni fa in due palazzine in via Fausto Coppi. Secondo l’accusa, i residenti si sarebbero allacciati abusivamente alla condotta idrica e – alcuni di loro – avrebbero anche occupato abusivamente gli immobili.

Queste le richieste di condanna: 8 mesi di reclusione ad Alfonsina Gagliano, 51 anni; un anno a Elena Zarcone, 35 anni; un anno e due mesi a Salvatore Lo Negro, 41 anni; un anno a Gerlando Crisci, 45 anni; un anno a Concetta Tabone, 39 anni; sei mesi a Graziella Palillo, 50 anni; 6 mesi a Franca Strada, 59 anni; otto mesi a Calogero Caci, 59 anni; un anno e due mesi a Domenico Zambito, 53 anni; un anno a Oriana Capraro, 39 anni; un anno e due mesi a Gaetano Borsellino, 40 anni; un anno e due mesi a Sonia Rhouma, 34 anni; 8 mesi a Elena Diana, 47 anni; 6 mesi a Maria Seddio, 59 anni; 6 mesi a Giuseppa Iacono, 62 anni; un anno a Debora Di Francesco, 34 anni; un anno a Vicenzo Lombardo, 36 anni; 6 mesi a Giuseppina Salemi, 75 anni; sei mesi a Domenica Meli, 76 anni; sei mesi a Vincenzo Modica, 81 anni; sei mesi a Luigi Monaco, 67 anni; 6 mesi a Teresa Tuttolomondo, 83 anni; sei mesi a Teresa Di Stefano, 75 anni; 6 mesi a Giuseppina Vasile Cozzo, 51 anni e sei mesi a Diego Marziano, 78 anni.

Il processo è in corso davanti il giudice monocratico Rossella Ferraro. Il prossimo 1 luglio sono in programma le arringhe degli avvocati della difesa. 

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *