Giudiziaria

Sorpreso in possesso di 21 chili di marijuana, condanna definitiva 

L'uomo venne arrestato nell’ottobre 2018 dai poliziotti del commissariato di Canicattì poiché sorpreso in possesso di 21 chili di marijuana

Pubblicato 3 mesi fa

Diventa definitiva la condanna a due anni e sei mesi di reclusione nei confronti di Alessio Bonsangue, 41 anni, di Canicattì. Lo ha stabilito la Corte di Cassazione rigettando il ricorso avanzato dalla difesa. Lo scrive il quotidiano La Sicilia. L’imputato è stato riconosciuto colpevole di detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente. Bonsangue venne arrestato nell’ottobre 2018 dai poliziotti del commissariato di Canicattì poiché sorpreso in possesso di 21 chili di marijuana. In primo grado il tribunale di Agrigento lo condannò alla pena di tre anni e quattro mesi. Condanna poi lievemente ridotta in Appello a due anni e sei mesi. L’uomo è difeso dall’avvocato Giovanni Asaro. 

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *