PRIMO PIANO

Tenta rapina a gioielleria di Sambuca ma perde la parrucca, 45enne arrestato grazie al Dna

Il rapinatore, durante il colpo, perse la parrucca dalla quale i carabinieri hanno estrapolato il Dna

Pubblicato 1 mese fa

Incastrato grazie al Dna. I carabinieri della Compagnia di Sciacca, insieme ai militari di Sambuca di Sicilia, hanno arrestato un pregiudicato palermitano di 45 anni per la tentata rapina avvenuta lo scorso 12 settembre ai danni di una gioielleria di Sambuca di Sicilia. Il colpo fallì per la prontezza del commerciante che reagì all’assalto. Nella colluttazione, uno dei malviventi aveva perso la parrucca utilizzata per camuffarsi, sulla quale i tecnici del R.I.S. Carabinieri di Messina sono riusciti a individuare il profilo di un DNA che, comparato con quelli inseriti nell’apposita banca dati, ha consentito di risalire all’identità di uno dei rapinatori.

I successivi e minuziosi accertamenti dei Carabinieri dal Nucleo Operativo della Compagnia di Sciacca e della Stazione Sambuca di Sicilia – sotto la direzione dalla Procura della Repubblica di Sciacca – hanno consentito di ricostruire i suoi spostamenti il giorno della tentata rapina che, unitamente ai molti elementi acquisiti nel corso delle indagini, hanno permesso agli organi inquirenti di far luce sulla vicenda. Questa operazione segue ad altre effettuate dai Carabinieri della Compagnia di Sciacca, relative a rapine perpetrate nelle gioiellerie della Valle del Belice nel corso del 2023.

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *