Anche in acquerello è sempre Agrigento

Diego Romeo

| Pubblicato il giovedì 23 Dicembre 2021

Anche in acquerello è sempre Agrigento

La mostra resterà aperta al pubblico in questi giorni di feste natalizie.
di Diego Romeo
Pubblicato il Dic 23, 2021

Il visitatore che si recherà al 236 di via Atenea (dinanzi la Camera di commercio), non troverà  solamente  un delizioso aperitivo a base di specialità siciliane e vino biologico della  preziosa produzione dell’azienda agricola Vella e dello “Strittu di Sant’anna, anche gli acquerelli  di  Nadya Hope.

L’artista russa, che vive ad Agrigento (scrive Beniamino Biondi nella presentazione) “ha tradotto nelle sue opere il suo modo di vedere e di interpretare gli angoli a lei più cari e significativi dopo il suo primo anno di permanenza trascorso nella magica città dei templi. Dal centro storico e le sue chiesette ai paradisiaci scenari della costa agrigentina, dai templi al Santuario di Demetra. Agrigento vista, interpretata e disegnata con tecniche diverse dall’artista russa, in un vernissage che promette di incantare e di stupire per l’interpretazione della luce e dei colori”.

Costante in queste opere (aggiunge il cronista) il desiderio di stabilire dei rapporti con una cordialità così amabile e piena di simpatia che mi pare rappresenti anche una specie di difesa dell’arte contro la solitudine della ricerca come atto di laboratorio. Primo, per la volontà di fornire una immagine poetica del paesaggio agrigentino e non semplicemente suggerirla per confuse allusioni; esecuzione che  presenta indubbiamente maggiori rischi sostanziali di quelli di tanti manipolatori di nuove tecniche.  Lo si avverte nella sublimazione delle stradine e dei vicoli e in quel piccolo capolavoro che è l’immagine di Punta Bianca

Il colore ha una forza e una luminosità non comuni che scopre propensioni liriche e sognanti,  quasi di ascendenza metafisica.  Lo spazio del dipinto non è un fondale inerte ma partecipa all’urto di un furore immaginativo che non rinuncia al predominio dell’oggetto dal di dentro in una aperta tensione che si fa” mito” di luoghi, di cose, di oggetti.  

La mostra resterà aperta al pubblico in questi giorni di feste natalizie.

di Diego Romeo
Pubblicato il Dic 23, 2021


Copyright © anno 2020 - Edizioni Grandangolo - Via Mazzini, 187 - 92100 Agrigento;
Numero di telefono 0922822788 - Cell 351 533 9611 - 92100 Agrigento - Codice Issn: 2499-8907 -
Iscrizione R.O.C.: 22361 - Registrazione al Tribunale di Agrigento n. 264/04

Change privacy settings

Realizzazione sito web Digitrend Srl