E’ morto il prof. Angelo Scifo: fu tre volte sindaco di Agrigento

Redazione

E’ morto il prof. Angelo Scifo: fu tre volte sindaco di Agrigento
| Pubblicato il domenica 24 Gennaio 2021

E’ morto il prof. Angelo Scifo: fu tre volte sindaco di Agrigento

Lascia la moglie Rosaura, 5 figli ed un nugolo di adorati nipotini.
di Redazione
Pubblicato il Gen 24, 2021

E’ morto stasera a Bologna il professor Angelo Scifo, 80 anni appena compiuti, figura politica di rilievo del panorama politico siciliano, tre volte sindaco di Agrigento.

Angelo Scifo, avvocato e docente universitario (Facoltà Economia e commercio – Unipa – Storia delle dottrine economiche), ha animato la vita politica per un trentennio e sino alla fine degli anni 90.

Esponente di spicco della Democrazia cristiana, dalla fine degli anni 60 in poi aveva ricoperto altre cariche istituzionali, sia di partito che come pubblico  amministratore.

Figlio dell’on. Salvatore Scifo, deputato della prima legislatura dell’Ars ed assessore regionale alla pubblica istruzione, tra i fondatori della Democrazia cristiana, il prof. Scifo è stato stimatissimo punto di riferimento per la città di Agrigento, coltivando con intelligenza l’agone politico paterno..

Per lunghi anni è stato acuto ed arguto commentatore politico di Grandangolo – il giornale di Agrigento.

Lascia la moglie Rosaura, 5 figli ed un nugolo di adorati nipotini.

In serata, si registra l’intervento del sindaco di Agrigento, Franco Miccichè: “Apprendo a tarda sera e con grande dispiacere della morte del prof. Angelo Scifo. Con lui se ne va una parte importante della storia politica della città. Appartenente a una famiglia molto in vista (suo fratello Gaetano, imprenditore edile e attuale proprietario dell’Hotel Dioscuri a San Leone) è stato avvocato, Docente universitario e per tre volte sindaco di Agrigento. Ha animato la vita politica della città per quasi un trentennio, fino al ’90 quando, forse per seguire la moglie, decise di lasciare Agrigento per trasferirsi a Bologna. Ma ogni tanto rientrava e non era difficile incontrarlo in città. Sempre con il sorriso sulle labbra e il suo carattere gioviale e rispettoso. Ai suoi familiari porgo le più sentite condoglianze a nome mio ma aggiungerei di tutta la città, per quello che gli ha dato e per quello che ha rappresentato.

di Redazione
Pubblicato il Gen 24, 2021


Copyright © anno 2020 - Edizioni Grandangolo - Via Mazzini, 187 - 92100 Agrigento;
Numero di telefono 0922822788 - Cell 351 533 9611 - 92100 Agrigento - Codice Issn: 2499-8907 -
Iscrizione R.O.C.: 22361 - Registrazione al Tribunale di Agrigento n. 264/04

Change privacy settings