Apertura

La maggioranza di Miccichè scricchiola, il sindaco: “Incomprensibile, auspico sussulto responsabilità”

Il sindaco di Agrigento, Francesco Miccichè, interviene a seguito della bocciatura in Consiglio comunale del Piano triennale delle opere pubbliche

Pubblicato 4 settimane fa

Il sindaco di Agrigento, Francesco Miccichè, interviene a seguito della bocciatura in Consiglio comunale del Piano triennale delle opere pubbliche 2024 – 2026. https://www.grandangoloagrigento.it/politica/la-maggioranza-del-sindaco-micciche-si-sgretola-in-consiglio-comunale-si-va-verso-il-rimpasto

E afferma: “Mi appaiono, e credo che appaiano anche ai cittadini di Agrigento, incomprensibili le ragioni per le quali il Piano è stato bocciato. E nella misura in cui le ragioni siano state spiegate, ritengo che tali spiegazioni siano frutto di forzature, di acrobazie concettuali, e quindi ancora incomprensibili. La giunta comunale ha deliberato l’approvazione del Piano oltre due mesi addietro. E finora il documento di programmazione è stato affisso all’albo pretorio e a disposizione del Consiglio comunale. Nessuno mai ha opposto delle osservazioni, richiesto modifiche, addotto proposte. Allo stesso modo è stato così in Consiglio comunale, dove il Piano è stato ‘congelato’ due mesi per poi essere, in un batter d’occhio, scongelato e bocciato. In un periodo di estreme difficoltà, legate in particolare alla crisi idrica, e alla vigilia dell’avvento dell’anno di ‘Agrigento Capitale della Cultura’, ritengo che sia doveroso assumere da parte di tutti un comportamento politico e amministrativo assennato e responsabile, teso al dialogo e alla costruzione, piuttosto che alle barricate e alla distruzione. Non credo che quanto accaduto in Consiglio comunale rientri in un contesto di beghe politiche, perché immolare il futuro della città e l’interesse dei cittadini alle ragioni di ‘bottega’ è profondamente deprecabile e da condannare. E Agrigento e gli agrigentini non lo meritano. Auspico pertanto una ricucitura prima morale che politica, l’assunzione di un atteggiamento di ‘salute pubblica’, un sussulto di responsabilità e di dedizione all’interesse della città. Diversamente, come ho premesso, tutto si rivelerebbe incomprensibile”.

Comunicato stampa a firma dei Consiglieri Cirino, Spataro, Zicari, Vitellaro, Bongiovi, Bruccoleri , in risposta alla nota del Sindaco Micciche’:

“Leggiamo basiti la dichiarazione del Sindaco in merito alla volontà espressa dal Consiglio ComunaleIl Sindaco che in “4 anni”avrà presenziato circa 4 volte in Aula, e c’ha ha consentito ai suoi Assessori di non riferire i progetti che portano avanti in sede di votazione di variazione di bilancio, o di fornire i dati richiesti durante il question time, ora viene a parlarci di responsabilità?Dovremmo essere noi a ricucire? Noi a cercare atti all’albo pretorio? Noi ad approvare ogni scelta senza neanche chiedere, studiare, conoscere, proporre?Non entriamo nel merito dei fatti accaduti negli ultimi mesi.Anche sull’acqua, oggi verrà in Consiglio o troppo impegnato? Cosa sta facendo? Forse sta cercando privati per cercare di svendere anche questo settore come per i parcheggi?Vogliamo parlare di Agrigento Capitale Italiana della Cultura 2025 ? Vogliamo parlare della scadenza del 30 giugno, della Fondazione senza soldi o direttore generale, della mancanza di trasporti, pulizia, servizi…Potremmo continuare con l’elenco ma chiosiamo dicendo: il Sindaco ha una curiosa idea della politica e della democrazia! Noi siamo stati eletti per rappresentare e difendere la città! se i conti non gli tornano, abbia lui un sussulto di responsabilità!”

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *